04/12/2021 06:00:00

 Corsa al vaccino prima del super green pass. Nuove vittime per Covid in provincia di Trapani

Corsa al vaccino in vista dell’entrata in vigore del super Green pass, a partire da lunedì.

Nell’ultima settimana in Italia sono state oltre 232.000 le prime dosi di vaccino somministrate. Il dato viene dall’analisi dell’ultimo report del governo aggiornato a ieri mattina. Nel report del 19 novembre erano 127 mila, in quello delle settimana precedente 130 mila. Complessivamente sono state somministrate in una settimana 2.668.228 dosi, in forte aumento rispetto alla settimana scorsa, quando erano state 1.747.017. A trainare la vaccinazione la fascia 12-19 anni, con oltre 61 mila prime dose in 7 giorni (33mila la scorsa settimana). Ma aumentano anche nella fascia 30-39, circa 38.800 dosi contro 22.400 della settimana scorsa.
Intanto si stanno cercando di capire gli effetti della variante Omicron. Il direttore della Prevenzione del ministero della Salute Gianni Rezza ha detto che “sicuramente i vaccini funzionano e sono l’arma migliore e per questo si sta identificando la campagna sulla dose di richiamo booster che garantisce la protezione anche contro le varianti circolanti. Per ora la variante Omicron in Italia non sta circolando, tranne il focolaio individuato, e per ora il vaccino sta coprendo bene dalla variante delta che è l’unica circolante”. Ma il fondatore della tedesca BioNtech, Ugur Sahin, ritiene che il vaccino anti Covid vada adattato alla variante Omicron. “Credo che a un certo punto avremo bisogno di un nuovo vaccino contro questa nuova variante”, ha affermato Sahin. BioNtech, che con Pfizer ha prodotto uno dei vaccini più efficaci in circolazione, si aspetta che Omicron sia “in grado di infettare persone vaccinate”.

Sul fronte contagi l’Italia ha un curva in crescita sia pure in maniera più contenuta rispetto ad altri Pesi Ue. “Per la sesta settimana consecutiva c’è un aumento dei casi che colpisce soprattutto i più giovani sotto i 20 anni e tra 30 e 49 anni: bisogna riportare l’Rt sotto la soglia di 1. Quindi bisogna garantire una più completa copertura vaccinale in tutte le fasce indicate e effettuare la terza dose dopo 5 mesi dal ciclo primario, mantenendo comportamenti prudenti e l’uso delle mascherine, insieme al ricambio d’aria negli ambienti chiusi” ha affermato il presidente dell’Istituto superiore di sanità, Silvio Brusaferro, alla conferenza stampa sull’analisi dei dati del Monitoraggio Regionale della Cabina di Regia. Sono tre milioni e mezzo le persone tra i 30 e 59 anni che non hanno ancora iniziato il ciclo vaccinale.
Sale l’incidenza in tutta Italia. Dopo il Friuli anche la provincia autonoma di Bolzano va in zona gialla. Mentre sono almeno cinque le Regioni che entro Natale rischiano di finire in zona gialla: Veneto, Calabria, Liguria, Marche e Lazio. In Sicilia non c’è il rischio di andare in zona gialla, la situazione negli ospedali è sotto controllo, con una percentuale di occupazione dei posti letto in terapia intensiva e in area medica ben sotto la soglia critica.
Aumentano i casi però. Come aumentano anche in provincia di Trapani che dopo settimane torna a registrare morti per Covid.

 

 

 


Raddoppiati i vaccini in farmacia
Questa settimana a Palermo e provincia le vaccinazioni in farmacia sono raddoppiate. Nelle 74 farmacie che hanno attivato il servizio (49 in città e 25 in provincia), le inoculazioni sono state 3.480 (di cui 2.538 a Palermo e 942 in provincia), portando il totale dall’inizio della campagna, ai primi di settembre, a 19.134. Fino alla settimana scorsa la media delle immunizzazioni era stata di 1.500-2.000.
“E siamo pronti ad implementare ancora le somministrazioni – annuncia Roberto Tobia, segretario nazionale e presidente provinciale di Federfarma - . Questo risultato è stato ottenuto grazie al fatto che, a seguito della forte richiesta, le nostre farmacie hanno aumentato i giorni medi di immunizzazioni da due a tre nel corso della settimana, per cui le farmacie palermitane hanno ancora ampi spazi per essere a disposizione di tutti i cittadini che decidano di vaccinarsi comodamente sotto casa, senza doversi recare presso gli hub”
A maggior ragione, a fronte di questi dati, come riporta una nota di Federfarma nazionale, Marco Cossolo, presidente nazionale del sindacato dei farmacisti titolari, ribadisce che “Federfarma è fortemente contraria ad iniziative che tendono a portare la vaccinazione fuori dai presidi sanitari, in luoghi non idonei a svolgere l’attività di somministrazione dei vaccini, come sta avvenendo a Palermo, dove l’associazione dei barbieri e parrucchieri ha proposto di offrire ai clienti la vaccinazione anti-Covid”.
“La campagna vaccinale contro il Covid-19 procede speditamente grazie alle strutture sanitarie preposte già presenti sul territorio, vale a dire hub vaccinali e rete delle farmacie” prosegue Cossolo. “Non c’è alcun motivo di cercare soluzioni alternative, tanto più che le farmacie hanno ancora ampio margine di azione per implementare le somministrazioni dei vaccini. Per raggiungere gli obiettivi di copertura vaccinale garantendo a cittadini e operatori le condizioni di sicurezza e igiene previste per legge, è sufficiente eseguire le vaccinazioni esclusivamente negli hub e nelle farmacie”.
Come ha sottolineato il segretario nazionale e presidente provinciale Roberto Tobia, quella dei barbieri e parrucchieri palermitani è un’iniziativa “bizzarra ed estemporanea che, a dispetto delle buone intenzioni, crea solo confusione mettendo a rischio la salute dei cittadini”.

Vaccini in provincia di Trapani: ecco dove
Continua l'attività vaccinale AntiSars-COv2 disposta dall'Asp di Trapani nei punti vaccinali del territorio. In particolare, con riferimento alla somministrazione delle terze dosi "booster" anche ai soggetti a partire dai 18 anni di età, l'offerta vaccinale resta attiva e prevalentemente costante nei vari punti vaccinali dei distretti della Provincia, come di seguito indicata:
Trapani, HUB Cipponeri, C.da Cipponeri - via Salemi – da lunedì a domenica
8/20;
TrapaniErice, Punto vaccinale San Michele (vaccinazioni ambiente protetto) - via Cosenza 88, Erice - da lunedì a domenica 8/20;
Buseto Palizzolo P.V. di prossimità - via San Vito, Buseto - martedì dalle 8 alle 14/
giovedì14/20; domenica 8/14;
San Vito Lo Capo - Punto Vaccinale di prossimità - Guardia medica - via Savoia, Ufficio igiene Sabato 9/13 – 15/19;
Favignana, P.V.T. via Dante, Ufficio igiene - Mercoledì e Sabato dalle 9 alle 17;
Custonaci, P.V.di prossimità - Guardia medica - C.da Sperone, via Novara - domenica 9/13- 15/19;
Pantelleria, P.V.O. P.O. B.Nagar - lunedì, mercoledì, venerdì 9/13 – giovedì 15/19;
Marsala, P.V. Campus biomedico,C.da Cardilla 1 – da lunedì a domenica 8/20;
Petrosino, P.V. di prossimità, Guardia medica, via Cafiso - Lunedì, Mercoledì e Venerdì 14/20 alle 20;
Mazara del Vallo, P.V.O. P.O. Abele Ajello da lunedì a domenica – 8/20
Salemi, P.V.O. P.O. Vittorio Emanuele III, da lunedì a venerdì 8/20;
Gibellina, P.V. prossimità - guardia medica - via Gemellaro 1 - Ufficio igiene Martedi e Giovedi 9.30/12.30 – 16.30/19.30;
HUB Castelvetrano, Ex Mocar, C.da Magaggiari – martedì-giovedì-sabato- domenica 8/20;
Castelvetrano, P.V.O. (vaccinazioni in ambiente protetto), P.O. Vittorio Emanuele III - lunedì-mercoledì-venerdì 8/20 – a partire dal 6 dicembre2021
Partanna, HUB via Michelangelo Bonarroti – da lunedì a domenica 8/20
Alcamo, HUB Pala D'Angelo via Montinaro - da lunedì a domenica 8/20
Castellammare del Golfo, P.V. prossimità - Guardia medica - via Ancona 3 - C.da Duchessa -
Mercoledì-Sabato 9/12. In particolare, al fine di migliorare la fruibilità da parte dell'utenza e decongestionare il presidio ospedaliero di Castelvetrano, dal 2 dicembre 2021 aprirà l'Hub vaccinale nei locali dell'ex concessionaria d'auto “MoCar" Castelvetrano-Campobello di Mazara, che osserverà i seguenti giorni di apertura: martedì, giovedì, sabato e domenica dalle 8 alle 20.

 

 

 


I dati siciliani
Sono 836 i nuovi casi di Covid19 registrati in Sicilia a fronte di 32.711 tamponi processati nelle ultime 24 ore nell'isola. Giovedì i nuovi positivi erano 662.
Il tasso di positività sale al 3,3% (giovedì era al 2%). La regione è al settimo posto per contagi.
Gli attuali positivi sono 12.822 con un aumento di 262 casi. I guariti sono 569 mentre le vittime sono cinque e portano il totale dei decessi a 7.223.
Sul fronte ospedaliero sono 356 i ricoverati, cinque in più rispetto; in terapia intensiva sono 45, un ricoverato in più.
Questi i dati del contagio nelle singole province: Palermo 177 casi, Catania 182, Messina 193, Siracusa 77, Ragusa 31, Trapani 29, Caltanissetta 50, Agrigento 69 ed Enna 28.

 

 

 

La situazione in provincia di Trapani
Dopo settimane il Covid torna a fare vittime in provincia di Trapani. Due nuovi decessi e salgono così a 431 i morti di Covid dall'inizio della pandemia. Secondo i dati forniti dall'Asp di Trapani aggiornati a venerdì 3 dicembre 2021 ci sono 1016 persone positive al Covid del territorio.

Ecco i positivi per città in provincia di Trapani: Alcamo 152 (+17); Buseto Palizzolo 0; Calatafimi-Segesta 21; Campobello di Mazara 41 (-4); Castellammare del Golfo 24 ; Castelvetrano 105 (-4); Custonaci 6; Erice 73 (+1); Favignana 3; Gibellina 3; Marsala 150 (-3); Mazara del Vallo 102(+3); Paceco 19; Pantelleria 5, Partanna 29; Petrosino 6; Poggioreale 0; Salaparuta 0; Salemi 3; San Vito Lo Capo 7; Santa Ninfa 11; Trapani 204 (+2); Valderice 52 (0); Vita 0.
In totale gli attuali casi positivi sono 1016 (+10)
Nessuna vittima. Il conteggio è fermo a 431
21 guariti. E siamo a 20.216
Ricoverati in Terapia intensiva 2 (-1)
Ricoverati del territorio in Terapia semi-intensiva 12 (0)
Ricoverati in Degenza ordinaria 11 (+2)

 

 

Made with Flourish

 


Il virus in Italia
Sono 17.030 i positivi ai test Covid individuati nelle ultime 24 ore, secondo i dati del ministero della Salute, ieri erano stati 16.806. Sono invece 74 le vittime in un giorno, ieri erano state 72. I tamponi effettuati sono stati 588mila, ieri erano stati 679.462. Il tasso di positività è al 2,9%, in aumento rispetto all'2,5% di ieri.
Sono invece 708 i pazienti in terapia intensiva in Italia, 10 in più rispetto a ieri nel saldo tra entrate e uscite. Gli ingressi giornalieri sono 60. I ricoverati con sintomi nei reparti ordinari sono 5.385, ovvero 87 in più rispetto a ieri.
Sono 216.154 gli attualmente positivi al Covid, 7.283 in più nelle ultime 24 ore. Dall'inizio della pandemia i casi totali sono 5.077.445, i morti 134.077. I dimessi e i guariti sono invece 4.727.214, con un incremento di 9.658rispetto a ieri.



https://www.tp24.it/immagini_banner/1642775648-gamma-volkswagen-in-pronta-consegna.gif
https://www.tp24.it/immagini_banner/1641809585-programmazione-3-di-3.gif
https://www.tp24.it/immagini_banner/1642756959-sf03.gif
<