11/07/2020 09:21:00

Sicilia, condannato per mafia ma prende il reddito di cittadinanza

Ancora un caso di truffa allo Stato con il reddito di cittadinanza. Dal mese di aprile 2019 percepiva il reddito ma era sottoposto all'obbligo di soggiorno nel comune di Corleone e aveva già riportato una condanna definitiva per associazione mafiosa.

Il militari della Guardia di Finanza di Corleone dopo aver fatto dei controlli, lo hanno denunciato alla Procura di Termini Imerese. L'uomo, C.A., dovrà restituire la somma di 9800 euro indebitamente percepita. Qui i dettagli nel comunitato dei militari:

I Finanzieri della Tenenza di Corleone, nel corso dei controlli relativi ai benefici erogati dall’INPS ai sensi del D.L. 4/2019, hanno denunciato all’Autorità Giudiziaria un cittadino di Corleone, percettore indebitamente del Reddito di Cittadinanza (RdC).

In particolare le Fiamme Gialle, da informazioni acquisite a seguito di attività info-investigativa, hanno riscontrato che il soggetto, ammesso al reddito di cittadinanza fin dal mese di aprile 2019, risultava sottoposto alla misura cautelare dell’obbligo di soggiorno nel Comune di Corleone e aveva riportato una condanna in via definitiva per il reato di cui all’art. 416 bis c.p., condizioni che, come previsto dall’art. 2 comma 1 lett. c/bis del D.L. n. 4/2019, precludono l’ottenimento del suddetto beneficio.

Per tale motivo i militari operanti hanno proceduto a denunciare C.A. alla Procura della Repubblica di Termini Imerese per le violazioni previste dagli artt. 3 e 7 del D.L. 4/2019 e, contestualmente, a sottoporre a sequestro preventivo la “Card reddito di cittadinanza” nonché a segnalare il predetto al locale Ufficio I.N.P.S. per l’irrogazione delle sanzioni amministrative di revoca/decadenza del beneficio e per il recupero delle somme già indebitamente percepite ammontanti complessivamente ad €. 9.800,00.

L’attività di servizio conferma il fondamentale ruolo di polizia economico-finanziaria affidato al Corpo della Guardia di Finanza, a contrasto di coloro i quali, accedendo indebitamente a prestazioni assistenziali erogate dallo Stato, sottraggono importanti risorse economiche destinate a favore di persone e famiglie che si trovano effettivamente in condizioni di bisogno.

 



https://www.tp24.it/immagini_banner/1596438660-audi-incentivi-ecobonus.gif
https://www.tp24.it/immagini_banner/1596442250-climatizzatore-ago-2020.gif
https://www.tp24.it/immagini_banner/1596438976-saldi-estivi-50.gif