Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi
13/09/2017 07:32:00

Marsala, i marciapiedi di Via Roma fanno un'altra vittima. Donna si frattura il femore

 Ancora una rovinosa caduta su uno dei tanti marciapiedi sconnessi del centro di Marsala. Vittima, stavolta, l’architetto Antonietta Maria Monteleone, che sul marciapiedi di via Roma ha messo un piede in fallo su una mattonella mancante uscendo da un negozio di calzature.

Le conseguenze sono state abbastanza serie: frattura del collo del femore sinistro, lividi e contusioni in varie parti del corpo (ha sbattuto anche la testa), con conseguente trauma psicofisico.

Alle sue grida sono subito accorsi diversi passanti e negozianti, testimoni dell’accaduto. Sul posto sono, poi, arrivati anche i vigili urbani, che hanno effettuato i rilievi del caso, scattando anche alcune foto (marciapiedi e donna a terra), verbalizzando l'accaduto e raccogliendo testimonianze.

“Anche di persone che riferivano che i luoghi sono stati oggetto di accaduti similari” afferma l’architetto Monteleone. Sul posto, naturalmente, arrivava anche un’ambulanza del 118, che trasportava la donna al Pronto soccorso dell’ospedale “Paolo Borsellino”, dove, pare, abbia atteso a lungo prima di ricevere le prime cure. Tanto che la professionista telefonava anche al 112 e al 113. “Ero appena uscita da un negozio di calzature – racconta l’architetto Antonietta Maria Monteleone – camminavo sul marciapiedi di via Roma e a causa della pavimentazione dissestata ho messo il piede dove questa era stata smantellata. Ho, quindi, perso l equilibrio e ho fatto un volo. Sono caduta come un peso morto a terra con un tonfo sbattendo tutto il lato sinistro e anche la testa. Per la riabilitazione ci vorranno mesi e chissà quanto tempo per tornare a correre, salire le scale e fare tutto quello che facevo prima”.


Ti potrebbe interessare anche: