Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi
17/06/2014 06:15:00

Successo per i vini siciliani alla rassegna Radici del Sud in Puglia

Nella terra osannata da alcuni scritti dell'epoca romana di Plinio il Vecchio e Tibullo, si è svolta la IX rassegna di Radici del Sud, che allarga i propri orizzonti e si lancia in nuove imprese e progetti.
La Puglia, finestra sull'Asia e sull'Africa, con il suo clima mediterraneo, caldo, ventilato e scarsamente piovoso, è una delle quattro regioni italiane con la più alta produzione di vino oltre che di uva da tavola. Il suo destino però sembrava essere relegato a grande serbatoio italiano, visto che per molto tempo arricchiva cantine del nord-Italia che necessitavano di vino sfuso apportatore di grado alcolico e colore.
Oggi, grazie a coraggiosi produttori che hanno saputo investire ed apportare giusti cambiamenti nelle tecnologie, sia in vigna che in cantina, assistiamo ad un innalzamento della qualità del vino pugliese. Con l'esaltazione di vitigni autoctoni come il Primitivo , il Negroamaro, l'Uva di Troia, la Malvasia nera, il Bombino bianco e il Bombino nero possiamo assaporare vini di buona levatura frutto di lavoro atto a rivalutare prodotti tipici di questa terra calda, solare e generosa.
Oltre a vitigni, troviamo: Montepulciano, Uva di Troia, Bianco d'Alessano e Verdeca.
Radici del sud, fa breccia e convince, giornalisti, buyer, ed esperti di settore, sulla necessità di forzare le proprie resistenze e accogliere con fiducia e ottimismo l’idea di rivolgersi a nuovi mercati e prospettive di sviluppo. 171 aziende con ben 386 vini, che hanno aderito alla rassegna del vino autoctono meridionale Radici del Sud 2014, delle seguenti regioni: Sicilia, Calabria, Basilicata, Campania e Puglia.
Ben 23 le aziende siciliane, produttrici di vino da vitigno autoctono. Per la Sicilia erano presenti:
Baglio Ingardia, Paolo Cali', Agrivinicola Portelli Salvatore, Armosa, Baglio del Cristo di Campobello, Buceci, Calatrasi, Cantine Colomba Bianca, Centopassi, Entellano, Feudo Disisa, Marabino, Principe di Corleone/Pollara, Sibiliana Vini Srl,Tenute Rapitala', Benanti, Planeta, Tasca D'Almerita, Xeravuli, Cossentino, Valdibella, Cantine Patria, Feudo Cavaliere.
Perfetto il team organizzativo, che ha dovuto rifiutare alcune supplementari richieste d’adesione, per poter assicurare alle varie attività in programma un regolare svolgimento, tale da garantire la massima soddisfazione degli addetti ai lavori e dei produttori. Come negli anni passati anche a Radici del Sud 2014 sono state previste, sia attività riservate agli addetti ai lavori che, una giornata, quella conclusiva del 9 giugno, aperta ad operatori e al pubblico di eno-appassionati e interamente dedicata a un’approfondita e diretta conoscenza dei vini, delle loro tradizioni e dei territori dove prendono origine. Anche quest’anno hanno collaborato alla realizzazione dell’evento rispettivamente per l’attività di divulgazione in Sicilia e Calabria, Francesca Tamburello e Giovanni Gagliardi che insieme al media partner LucianoPignatarowineblog, a Nicola Campanile, al sostegno dell' assessorato pugliese dell’Agricoltura, Pugliapromozione e la provincia di Bari. Importante il qualificato contributo da parte dei giornalisti Ole Udsen e Tom Cannavan. Tra gli ospiti nazionali e internazionali 32 che hanno formato giurie che, hanno valutato i vini in concorso nelle diverse sessioni.
Questi i nominativi che hanno composto le giurie
GIURIA INTERNAZIONALE
Tom Cannavan PRESIDENTE – UK, writer – Decanter/wine-page.com
Alicia Diaz – Colombia, buyer – Naturvinos
Attila Geonczeol – Ungheria, buyer – Ital Magyarország Kft
Hans Bijvoets – Olanda, buyer – anfors.com
Daiva Mumgaudiene – Lituania, buyer – vynoklubas.lt
Homero Sodrè – Brasile, buyer bebidasparaiso.com.br
John Rankin – USA, buyer – chambersstwines.com
Mark Priestly – Inghilterra, buyer – ItalianwineJob
Nick Bielak – Inghilterra, buyer vinexus.co.uk
Douglas Wood – Scozia, buyer – woodwinters.com
Daniel Ercsey – Ungheria, writer – borigo.hu
Deborah Parker Wong – USA, writer – tastingpanelmag.com
Margarita Krasnopolskaya – Russia, writer – newstyle-mag.com
Markus Hungerbuhler – Svizzera, writer free-lance
Monika Krupski – Germania, writer – weinreferenten.de
Ole Udsen – Danimarca, writer – oleudsenwineblog.com
Vasilly Raskov – Russia, writer – simplewinenews.ru
GIURIA NAZIONALE
Francesco Muci PRESIDENTE – coordinatore Slow Wine Puglia
Paolo Bargelloni – blogger istintoprimitivo.it
Antonio Muci – giornalista Quotidiano di Lecce
Andrea Gabbrielli – giornalista Gambero Rosso
Francesco Zompì – esperto vini Puglia
Alberto Lupini – giornalista, direttore Italia a Tavola
Maurizio Gily – giornalista e agronomo, editor Millevigne
Enrico Malgi – blogger – Lucianopignataro.it
Alfredo Pinto Enoteca – distribuzione Enotown – Roma
Chiara Giorleo – Blogger Chiara’s food&Wine Guide
Maurizio Valeriani – giornalista, docente ONAV/Spaghetti Junction
Giacomo Alberto Manzo – enologo (Sicilia/Marsala)
Angelo Peretti – giornalista, internetGourmet
Giuseppe Barretta – giornalista, gnammm.it
Manuela Laiacona – giornalista, cronachedigusto.it
Questi i vini siciliani premiati:
GRILLO:
GIURIA INTERNAZIONALE
1 GRILLO 2013 • TERRE SICILIANE IGP • FEUDO DISISA
2 ROCCE DI PIETRA LONGA 2012 • TERRE SICILIANE IGT • CENTOPASSI
GIURIA NAZIONALE
1 LALUCI 2013 • SICILIA DOC • BAGLIO DEL CRISTO DI CAMPOBELLO
2 ROCCE DI PIETRA LONGA 2012 • TERRE SICILIANE IGT • CENTOPASSI

CATARRATTO:

GIURIA INTERNAZIONALE
1 CASALJ 2013 • ALCAMO CLASSICO DOP • RAPITALÀ
2 TERRE DI GINESTRA 2013 • TERRE SICILIANE IGP • CALATRASI
GIURIA NAZIONALE
1 TERRE DI GINESTRA 2013 • TERRE SICILIANE IGP • CALATRASI
2 ISOLANO 2013 • SICILIA DOC • VALDIBELLA
NERO D’AVOLA:
GIURIA INTERNAZIONALE
1 L’AMURI 2012 • SICILIA DOC • TASCA D’ALMERITA
2 ALTO NERO D’AVOLA 2012 • SICILIA DOC • RAPITALÀ
2 EX AEQUO TERRE DI GINESTRA 2012 • TERRE SICILIANE IGP • CALATRASI
GIURIA NAZIONALE
1 JAZZ 2012 • TERRE SICILIANE IGT • PAOLO CALÌ
2 SANTA CECILIA 2010 • NOTO DOC • PLANETA
NERELLO MASCALESE:
GIURIA INTERNAZIONALE
1 GHIAIA NERA 2012 • SICILIA IGT • TASCA D’ALMERITA
2 NERELLO MASCALESE 2011 • SICILIA IGP • PRINCIPE DI CORLEONE
GIURIA NAZIONALE
1 GHIAIA NERA 2012 • SICILIA IGT • TASCA D’ALMERITA
2 ROVITTELLO 2010 • ETNA ROSSO DOC • BENANTI
 


Ti potrebbe interessare anche: