09/03/2015 05:55:00

Alla mezzamaratona di Agrigento ottimi risultati per gli atleti marsalesi

 Massiccia (e qualificata) partecipazione degli atleti della Polisportiva Marsala Doc alla mezzamaratona di Agrigento, seconda prova del Grand Prix regionale Fidal sulla distanza dei 21.097 metri. Nella competizione - vinta dal formidabile Vito Massimo Catania (1 ora, 12 minuti e 59 secondi), che ha piegato la resistenza di Mohamed Idrissi - il migliore dei marsalesi è stato, ancora una volta, Pietro Paladino, che ha tagliato il traguardo posto sul bel lungomare Falcone-Borsellino di San Leone con il tempo di 1:21:02. Piazzandosi al 19° posto assoluto (su circa 900 partecipanti) e risultando 6° di categoria (SM40). E un altro SM40, Giacomo Milazzo, è stato il secondo tra i biancazzurri arrivati da Capo Boeo. Milazzo, 16° nella sua categoria d’età con 1:25:34, ha preceduto di appena due secondi il compagno di squadra Giuseppe Genna, 13° nella SM45. A seguire, sempre nella speciale classifica dei marsalesi, il solito inossidabile Michele D’Errico, terzo nella SM60 con 1:31:42, Giuseppe Mezzapelle (1:35:42), Antonio Pizzo (1:37:26). Ed inoltre, Giuseppe Beltrano (1:42:00), Pietro Sciacca (1:42:50), Diego Massimo Pipitone (1:43:37), Antonino Cusumano (1:43:38), Damiano Ardagna (1:43:42), Giuseppe Lombardo sr. (1:45:01), Mario Pizzo (1:48:46), Giuseppe Valenza (1:49:31), Agostino Impiccichè (1:49:34), Giovanna Ornella Ferrante, terza nella SF50 con 1:50:09, il presidente Filippo Struppa (1:54:03), Renato Cascio (1:54:03), Roberto Fabrizio Angileri (1:58:23), Francesco Sorrentino (1:58:36) e Salvatore Panico (2:11:44). La gara, svoltasi in un’affascinante cornice naturalistico-archeologica, tra il mare e la collina sulla quale si ergono i monumentali templi dorici risalenti al periodo ellenico, si è snodata su un percorso che ha messo a dura prova tutti gli atleti. Soprattutto per la lunga, e in alcuni tratti anche piuttosto ripida, salita verso i templi, ai quali, per la grande fatica, i partecipanti hanno potuto volgere solo un fugace sguardo. Ma già questo è valso il “sacrificio” (per molti una levataccia mattutina) della trasferta agrigentina. Intanto, la macchina organizzativa della Polisportiva Marsala Doc sta mettendo a punto gli ultimi dettagli della mezzamaratona in programma a Marsala il 19 aprile, gara valida come quarta prova del Grand Prix regionale Fidal che calamiterà a Capo Boeo il meglio del fondismo siciliano e non solo.