Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi
09/09/2016 06:30:00

I Frutti del Sole di Marsala al Salone del Biologico di Bologna

 L’azienda biologica marsalese I Frutti del Sole sarà presente all’edizione 2016 del Salone del Biologico e del Naturale di Bologna.

Quest’anno sarà un’edizione particolare per l’azienda guidata da Filippo Licari: dal 9 al 12 Settembre lo stand A71 del Padiglione 25 si trasformerà in un vero e proprio negozio a disposizione di tutti i visitatori del Sana!

La scelta di aumentare lo spazio espositivo nasce per l’esigenza di accontentare tutti i partecipanti che ogni anno affollano lo stand de I Frutti del Sole ed anche per dare spazio a tutte le novità introdotte nel 2016. Più di 100 referenze di prodotti freschi provenienti dai 700 ettari di terreno coltivati dall’azienda e dai soci agricoltori in Sicilia, 400 referenze di prodotti trasformati dalle materie prime coltivate, dalle conserve vegetali, olio, vino, marmellate, succhi, pasta.

Il 2016 ha visto l’azienda crescere anche in termini di servizi offerti ai 600 negozi che in Italia e in Europa acquistano direttamente da I Frutti del Sole.

E’ aumentata la superficie coltivata direttamente dall’azienda e questo sforzo ha permesso di gestire meglio la programmazione delle coltivazioni per garantire un’offerta ancora più capillare e precisa.

Sono aumentati i prodotti trasformati. Da gennaio ad oggi il catalogo de I Frutti del Sole può contare su 80 referenze in più, che spaziano dal sesamo biologico prodotto dall’azienda (unico caso di sesamo biologico italiano), alle farine di grano antico siciliano passando per l’introduzione dei prodotti No Food come i gel a base di Aloe.

Da 21 anni I Frutti del Sole rappresentano l’alternativa agli oligopolisti del settore del biologico, perchè coltivano prodotti originali, non omologati, combinando tradizione e innovazione affinchè tutti, persone e territorio, possano trarne beneficio.

Un esempio su tutti è la presentazione del vino TerraNova che si terrà Domenica 11 Settembre alle ore 11:30 nella Sala Notturno di Bologna Fiere. TerraNova è il vino biologico da Terre sequestrate. Il vino è prodotto da un’azienda agricola sequestrata dal Tribunale di Trapani, sezione Misure di prevenzione e – nel circuito del biologico – sarà distribuito in tutta Europa da I Frutti del Sole. Si chiama TerraNova sia per ricordare il giudice Cesare Terranova (assassinato dalla mafia nel settembre del ’79) che per sottolineare come da dei vigneti sottratti al potere mafioso è possibile creare un’economia nuova, pulita.

“Noi de I Frutti del Sole – commenta Filippo Licari – siamo dalla stessa parte del Tribunale di Trapani perché crediamo nello Stato che funziona. Combattiamo e coltiviamo le stessa battaglia. L’importanza di questo vino è la naturalità con cui è stato prodotto, senza bandiere antimafia, senza proclami e con l’applicazione dei metodi di agricoltura biologica”.

Il lavoro de I Frutti del Sole non è soltanto "produrre biologico" ma promuovere una qualità della vita migliore, per tutti.