Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi
10/10/2017 09:00:00

Sicilia seconda in Italia per numero imprese agricole

 La Sicilia è al top in Italia per imprenditori agricoli. E' infatti la seconda regione italiana per numero di aziende agricole (219mila), preceduta solo dalla Puglia (oltre 275mila) e poi seguita dalla Calabria (138mila), dalla Campania (137mila) e dal Veneto (121mila). In queste cinque regioni opera infatti il 54,6% delle aziende agricole italiane. La domanda estera è stata fondamentale per la crescita della produzione agroalimentare. Nell'ultimo decennio in Italia le esportazioni sono, infatti, cresciute del 79%, rispetto al 47% dell'export italiano nel suo complesso. In Sicilia nei primi sei mesi del 2017 (gennaio-giugno) l'export di prodotti agricoli siciliani ha registrato un fatturato di oltre 443 milioni di euro. In parallelo, l'export di prodotti alimentari ha registrato più di 438 milioni di euro.

Nei primi mesi del 2017 l'export complessivo del settore agroalimentare siciliano ha quindi raggiunto circa 882 milioni di euro, in crescita rispetto allo stesso periodo del 2016 quando aveva registrato 865 milioni di euro. In Sicilia il 6% delle vendite oltre confine riguardano i prodotti alimentari: oltre la metà di quelli siciliani (60,6%) sono stati venduti sui mercati europei, mentre il restante 39,4% sui mercati extra-Ue. I principali Paesi esteri da cui proviene la domanda di prodotti alimentari della Sicilia sono Stati Uniti, Germania e Francia.