17/06/2018 02:00:00

Dal primo luglio partono i voli dalla Sicilia verso Lampedusa e Pantelleria. Oggi sciopero

 Dal 1 luglio, in regime di continuità territoriale, partiranno i voli per Lampedusa e Pantelleria da Palermo, Trapani e, per la prima volta, anche da Catania, operati dalla compagnia aerea Danese Danish Air Transport A/S (DAT) che opera voli di linea e voli charter.
Il periodo di assegnazione va dal 1 luglio 2018 fino al 30 giugno 2021.

La Dat impiegherà 3 Atr 72 da 66 posti che faranno base a Pantelleria e Lampedusa.
I voli sono prenotabili presso il sito della DAT ed è prevista una tariffa per i non residenti e una tariffa ridotta per i residenti a Pantelleria, Lampedusa e Linosa ed ai lavoratori pendolari che prestano servizio a Pantelleria, Lampedusa e Linosa.


Intanto oggi scioperano anche negli scali siciliani e delle isole minori i dipendenti della società Techno Sky, la società di logistica e manutenzione di Enav, che cura gli impianti per il controllo del traffico aereo. In Sicilia incroceranno le braccia i 42 dipendenti delle sedi di Palermo, Pantelleria, Lampedusa, Catania e del centro trasmissione dati di Erice.
"La protesta è nazionale e nasce - si legge in una nota della Fiom Cgil - per l'assenza di risposte dell'azienda alla vertenza aperta da tempo dalla Fiom nazionale su l'internalizzazione della società Techno Sky in Enav, l'armonizzazione dei trattamenti economici dei lavoratori, le assunzioni per coprire le gravi carenze di personale e sulle prospettive per tutti i lavoratori a partire da quelli della sede. Il piano industriale di Enav prevede infatti forti razionalizzazioni di spesa e una riorganizzazione complessiva che è già in atto, viste le tante attività che quotidianamente vengono dirottate da Techno Sky ad Enav. Mentre il gruppo registra ottimi risultati economici e continua a incrementare gli utili in tutte le società, le lavoratrici e i lavoratori di Techno Sky sono sotto organico, senza incrementi economici da anni, senza una visione chiara di quello che sarà il loro ruolo nella nuova organizzazione del piano industriale di Enav, che prevede forti razionalizzazioni di spesa e una riorganizzazione complessiva che è già in atto, viste le tante attività che quotidianamente vengono dirottate da Techno Sky ad Enav”.
Dalla mezzanotte di sabato alle ore 24 di domenica sarà attuato anche lo sciopero della reperibilità. Saranno garantiti i servizi minimi previsti dalla legge.