Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi
09/08/2018 06:00:00

Bartolo Giglio: "Ecco il nuovo corso della Lega in provincia di Trapani"

Bartolo Giglio, insieme a Roberto Bertini, è il nuovo responsabile dell'organizzazione del partito della Lega-Noi con Salvuni a Trapani e in provincia. Che cosa è successo? I vertici precedenti sono stati azzerati, almeno così il senatore Candiani ha fatto intendere in conferenza stampa.

 

 

Non possiamo di fatto parlare di un azzeramento dei vertici. Si trattava, in una fase commissariale, di soggetti incaricati per perseguire precise finalità, in particolare a inizio estate le elezioni amministrative. Quindi di fatto incarichi col carattere della provvisorietà. Esaurita quella fase e arricchitasi la base dei militanti del partito il sebatore Candiani ha ritenuto opportuno fare le scelte che sappiamo. Saremo solo io e Bertini in provincia i riferimenti per il tesseramento e l'organizzazione nei prossimi mesi.

 

 

Quale sarà l'imprinting che lei, insieme a Bertini, darà al nuovo corso della Lega?

 

 

Io e Bertini siamo chiamati ad assolvere 2 precisi compiti: avviare la delicata fase del tesseramento in tutta la provincia, al fine di dare una base di militanza come accade in un normale partito politico e organizzare persone ed ambienti, che molto velocemente ci stanno manifestando non solo il loro consenso ma anche la volontà di essere partecipi del nostro progetto politico nazionale.

 

 

Si apre il tesseramento, un codice etico per chi volesse aderire davvero rigoroso. Ci si aspetta che lo stesso rigore sia richiesto al momento del voto. Cosa farete, chiederete davanti al seggio al vostro elettore il casellario giudiziario?

 

 

Voglio rispondere con un fatto preciso. Il comune di Lamezia Terme è recentemente incorso nel terzo scioglimento per mafia nel giro di 15 anni. Intervistato un cittadino molto semplicemente ha detto: " Alle ultime elezioni amministrative si sono fronteggiati candidati sindaci quasi tutti con più liste. Volete che in un tessuto sociale debole come il nostro il malaffare non colga l'occasione di tante persone coinvolte nella posizione di candidato o assessore, per imbucare propri soggetti a tutela di interessi a dir poco equivoci? " Questo è peraltro quello che noi non abbiamo scelto di fare, in controtendenza rispetto ad altri candidati più votati di noi, anche a Trapani. Ecco quindi l'esigenza di affrontare con forza una questione morale ancora a tinte forti nelle nostre città e di qui le scelte del codice etico. Anche sulla richiesta da effettuare al seggio dico, per esperienza fatta, che sei fai una campagna elettorale da candidato sindaco, prendendo ripetutamente le distanze da certi ambienti, succede che non sarai mai la loro scelta elettorale. Diranno che sei malvisto, che sei saccente e piglieranno le distanze con grande evidenza sociale. Ho elementi per pensare che uno dei motivi per cui sono stato prescelto per questo nuovo ruolo nella Lega sia proprio questo.


E' notorio che il suo partito sta facendo una battaglia contro i flussi migratori, respingimento delle navi con a bordo persone, tante donne e bambini. Non è troppo per chi essendo al governo dovrebbe dare l'esempio di buona politica? Si, lei dirà che ci sono tanti italiani bisognosi e in condizioni di povertà, ed è vero. Lasciare morire le persone in mare, però, non fa diventare gli italiani ricchi....

 

 

Evitare la crescita dei flussi migratori tagliando le destinazioni finali fa evitare di partire per viaggi senza speranza, quindi al contrario di quanto si dice evita morti. Peraltro, abbiamo di fatto chiesto agli altri partner europei di fare la loro parte. Se Francia o Spagna rifiutano gli sbarchi o i transiti come succede a Ventimiglia poco importava, se Salvini chiude i porti alcuni si strappano le vesti. Altri ancora si disperano per il mancato business dell'accoglienza che non si attiva. E sull'accoglienza, come visto in parte nella nostra provincia, c'erano anche i soliti interessi dei soliti noti. Oggi tantissimi cittadini Italiani concordano sulle scelte di Salvini, senza dire che l' Italia ha dimostrato in Europa che vuole dire la sua.

 

 

Giglio la sua esperienza da candidato sindaco per la città di Trapani l'ha portata in mezzo alla gente. A cosa mira adesso e quali azioni, tesseramento a parte, metterà in atto da sovranista oltre che leghista?

 

Le cose dette da noi per Trapani in campagna elettorale rimangono, a nostro parere, le priorità da perseguire. Ho già chiesto, per esempio, un incontro al Sindaco con riferimento alla nostra richiesta di posizionare il rudere dell'auto del giudice Palermo coinvolta nella strage mafiosa di Pizzolungo in un sito cittadino a memoria di quei tragici fatti. Oggi l'auto giace abbandonata all'autoparco. Ovviamente vogliamo far lavorare questa amministrazione per un periodo significativo ma non escludiamo di dar vita ad un opposizione extraconsiliare, posto peraltro che dalle prime battute si è ben capito che animati da intenzioni di svolgere il ruolo di opposizione consiliare sono solo le due consigliere dei 5 stelle. Il ruolo di opposizione è un ruolo essenziale in democrazia ma molti eletti al consiglio nelle liste di opposizione preferiscono stare all'ombra del potere in cerca delle briciole che cadono dal tavolo. Abbiamo poi osservato, con buona pace di magliette rosse e simili, che il Sindaco Tranchida guarda, per il governo della città, ad ambienti lontani dalla sua proposta politica in campagna elettorale. La nomina ad assessore di Rosalia D'Alì la dice lunga sul tema ed ovviamente la solita motivazione della figura tecnica copre una parte delle motivazioni, poi c'è sempre la politica. Noi ovviamente di questo Sindaco saremo solo opposizione, ci mancherebbe.