Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi
04/04/2019 09:00:00

Imprese appaltatrici di mensa e pulizia: Cigs per cessazione

Disponibile sul sito del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali la circolare n. 5 del 27 marzo 2019 che fornisce indicazioni al fine di garantire un sostegno al reddito anche ai lavoratori dipendenti delle imprese appaltatrici di servizi di mensa e pulizia. Con la circolare si consente l’accesso al trattamento CIGS per crisi per cessazione, ai sensi dell’art. 44 del Decreto legge 28 settembre 2018, n. 109, convertito in Legge n. 130 del 2018, per le imprese appaltatrici laddove le stesse abbiano sottoscritto un contratto di appalto con aziende che cessino l’attività produttiva e che pertanto, cessando l’attività, non abbiano interesse a prorogare e/o rinnovare il contratto di appalto nelle more della fruizione della CIGS per cessazione. Ciò è possibile – spiega il Ministero – a patto che il contratto d’appalto fosse ancora vigente al momento della decisione dell’azienda committente di cessare l’attività produttiva.

A cura di Studio Ingianni
Consulenti del lavoro
Via F. Crispi 88/A
Telefono: 0923 714709