04/08/2019 14:00:00

I canoni irrigui del consorzio di Bonifica Trapani 1 bocciati dalla Commissione Tributaria

La Commissione Tributaria Regionale boccia i canoni irrigui del Consorzio di Bonifica Trapani 1. Sulla vicenda del caro acqua per gli agricoltori, aumento deciso dal commissario del consorzio di Bonifica Trapani 1 e sulla sentenza della Commissiona Tributaria Regionale della Sicilia che ha accolto i primi ricorsi presentati dagli agricoltori interviene con una nota Feder.Agri, che riassume un po' tutta la vicenda dell'incredibile aumento del 400% della quota acqua.

Qui la nota completa: Feder.Agri. Trapani, associazione di categoria del comparto agricolo, ente di servizio del Movimento Cristiano Lavoratori, ha appreso con soddisfazione delle Sentenze della Commissione Tributaria Regionale della Sicilia con le quali sono stati accolti i primi ricorsi in appello, curati dall’Avvocato tributarista Massimiliano Augugliaro, in difesa dei proprietari dei fondi agricoli danneggiati da una delibera del 2015 del Commissario Straordinario del Consorzio di Bonifica Trapani 1.

Questi, infatti, aveva aumentato del 400%, cioè da € 22 a € 95 per ettaro, l’importo del contributo per il beneficio irriguo effettivo, causando pesanti conseguenze in capo ai consorziati. La Commissione Tributaria Provinciale di Trapani, tuttavia, che inizialmente aveva respinto i ricorsi ora riformati, invero recentemente aveva già mutato il suo orientamento, accogliendo numerosi ricorsicurati dall’avvocato Augugliaro, annullando le pretese del Consorzio di Bonifica Trapani 1 a danno dei proprietari dei fondi agricoli. Tra i servizi resi ai proprietari dei terreni ricadenti nel comprensorio irriguo dei Consorzi di bonifica in Sicilia vi è anche la distribuzione idrica ad uso irriguo e la manutenzione della relativa rete di distribuzione.

Sui proprietari dei terreni agricoli grava altresì l’onere di un contributo calcolato sulla base dei benefici effettivamente conseguiti e una tariffa corrisposta sull’effettivo consumo dell’acqua. Feder.Agri. – MCL Trapani vede ripagato il suo impegno di coordinare gli agricoltori associati
interessati a ricorrere per l’annullamento degli avvisi di pagamento derivanti dalla suddetta iniqua delibera commissariale del Consorzio di Bonifica di Trapani.