12/10/2019 07:35:00

Marsala, questa mattina la consegna di un mezzo per il trasporto disabili all'Anffas

 Questa mattina, alle ore 10:30, in piazza della Repubblica a Marsala, ci sarà la consegna di un mezzo per il trasporto dei disabili all'Anffas (Associazione Nazionale Famiglie Disabili Intellettivi e Relazionali) presieduta da Annamaria Casano.

L'invito alla cerimonia è rivolto a tutti i cittadini che, nell'occasione della consegna del mezzo, potranno partecipare anche al porta-teco da condividere con i disabili presenti e le loro famiglie.

Questa la lettera di ringraziamento, alla presidente dell'ANFFAS, di un utente disabile dell'associazione di volontariato:

Gent.ma Dott.sa Casano,
desidero esternare a lei e a tutti i volontari di ANFFAS MARSALA la mia più sincera e profonda gratitudine con la massima stima per il vostro incommensurabile impegno nel cercare di rimediare nel miglior modo possibile gli enormi disagi che noi gravi disabili siamo costretti ad affrontare e superare giorno dopo giorno.

Ricordo che quando vi è pervenuta una mia prima richiesta di aiuto per essere accompagnato in Ospedale a una Visita Fisiatrica per me importante il 25/06/2019, nonostante il breve preavviso, vi siete subito premurati a trovare la soluzione più idonea.

Purtroppo a Marsala i servizi per il sociale non sono per niente adeguati alle reali esigenze, per non parlare delle famigerate Barriere Architettoniche che nella mia città natale io chiamerei con un termine più appropriato: Super Trincee Architettoniche.
Tutto ciò è ancor più grave quando non si ha nessun familiare che potrebbe venire in soccorso, il disabile deve comunque affrontare e risolvere qualsiasi esigenza personale con lo spirito di sopravvivenza, spesso oltrepassando i limiti con cui è vincolato e le barriere che altri hanno ritenuto innocue.
Per questi motivi il "Taxi Sociale" assume un valore ineguagliabile.

Siete stati anche di enorme aiuto per me il 20/07/2019, quando sono stato dimesso dalla Clinica Morana di Marsala dopo un breve ricovero per accertamenti. Mi dispiace non poter essere presente agli eventi a causa di un mio ricovero ancora in corso.

Mi auguro che in futuro non sarete mai costretti ad elemosinare un sostegno economico da chi è capace di ascoltare, o peggio ancora promettere, solo in campagna elettorale.

L'ottimismo nasce dalla speranza e quest'ultima ha altri due bellissimi figli: lo sdegno e il coraggio. Lo sdegno per la realtà delle cose; il coraggio per cambiarle (Sant’Agostino).  È vero che la differenza tra l'impossibile e il possibile quasi sempre sta nella determinazione delle persone e nella loro capacità a non perdere mai la fonte di luce della loro motivazione. Ed è anche vero che il Sole può essere la nostra più grande oscurità, o il nostro più grande consolatore, a seconda di come ognuno vede il suo splendore.

Spero che non esaurirete mai le vostre forze e riuscirete ancora a coprire le voragini di un sistema politico purtroppo fatiscente, specialmente per il sociale. Spero che l'ottimismo non vi abbandoni e vi dia ancora il coraggio e la determinazione di andare avanti nonostante l'indifferenza di molti.

Grazie di cuore.

Andrea Licari