06/11/2019 06:00:00

Marsala, presentato il portale "servizialcittadino". Entro sei mesi tutti i servizi online

 Ieri al complesso monumentale San Pietro è stato presentato il portale del Comune di Marsala www.servizialcittadino.it che si appoggia alla piattaforma Andreani Tributi.

Dematerializzazione, più trasparenza, informatizzazione di tutti i servizi al cittadino, sono questi gli obiettivi che si prefigge. I cittadini avranno la possibilità di fare istanze, conoscere la propria posizione contributiva e quella del catasto, sapere con precisione il dovuto IMU e TASI e avere un rendiconto dei versamenti dei tributi locali ed effettuare i pagamenti dopo aver creato il proprio F24.

Un modo nuovo per instaurare un rapporto diretto con l’Amministrazione Pubblica e che il vicesindaco di Marsala, Agostino Licari, definisce un modo per avvicinare Marsala non solo all'Europa, ma soprattutto all'efficienza dei Paesi del Nord Europa. Prima saranno i tributi e poi entro sei mesi tutti gli altri servizi al cittadino: quelli cimiteriali, anagrafe, Suap, Sue, ecc. Da alcuni giorni dopo essersi registrati si può consultare online il portale e fruire dei diversi servizi direttamente da casa.

Il nostro nuovo portaleprecisano il Sindaco Alberto Di Girolamo e il suo vice Agostino Licari - si presenta adesso più completo e funzionale soprattutto nella parte dedicata ai tributi. In tempo reale gli utenti possono collegarsi da casa e a qualsiasi ora del giorno e verificare la loro posizione. Un servizio innovativo che oltretutto avrà diversi risvolti positivi fra cui quello di evitare lunghe code agli sportelli”.

La presentazione del nuovo portale fa parte di una specifica azione avviata dall’Amministrazione già da tempo con Agenda Digitale (spaccato di Agenda Urbana) e che vedrà presto la realizzazione di altre due iniziative. 

 “Da lunedì prossimo, 11 novembre, - continuano sindaco e vicesindaco - dalla nostra Città partirà un ambizioso progetto “Risorgimento Digitale” a cura della Tim che consentirà di formare dipendenti e cittadini sulle operazioni basilari per la buona fruizione di internet e dei relativi servizi. Un’azione questa che coinvolgerà sia il centro che le contrade con specifiche location (Terrenove e Ranna). Riguardo a questo progetto che coinvolge 107 città italiane fra cui moltissimi capoluoghi di provincia, ci teniamo a sottolineare che siamo stati scelti sia per la nostra operatività sia perché siamo dotati di una linea internet a banda ultra larga a 200 mega". 

In occasione della presentazione del portale dei servizi al cittadino, è stato annunciato anche il finanziamento del progetto WiFi4EU  promosso dalla Commissione Europea, grazie al quale il Comune avrà a disposizione la somma di 15mila euro per creare gli hotspot necessari all'entrata in funzione delle reti internet in diversi punti della città, in particolare nel centro storico, dove sarà possibile utilizzare la connessione internet gratuitamente.