24/11/2019 06:00:00

Non si ferma la violenza sulle donne. Domani la "Giornata Internazionale", ecco gli eventi

Sono numeri angoscianti e tragici quelli del femminicidio in Italia. Lo scorso anno le donne uccise sono state più di 140. Nel 2019 sono già oltre 90 le vittime. L'ultima in Sicilia, a Giardinello, nel palermitano, la giovane Ana Maria Lacramioara Di Piazza, 30 anni è stata uccisa dal suo amante subito dopo avergli comunicato di aspettare  un figlio da lui (ne abbiamo parlato qui

Ana è stata accoltellata da Antonino Borgia, 51 anni, un imprenditore di Partinico con il quale la vittima aveva una relazione da più di un anno. L'uomo ha confessato, la vittima gli ha rivelato di essere incinta e lui aveva paura che dicesse tutto alla moglie. Si arriva così, con questo ennesimo omicidio che conferma il fatto che quasi sempre la donne sono vittima di un compagno, di amante, di un parente, di un amico. Si arriva così alla Giornata del 25 novembre, la Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne, istituita il 17 dicembre del 1999  dall’assemblea generale delle Nazioni Unite.

Ogni giorno nel nostro Paese 88 donne sono vittime di atti di violenza, una ogni 15 minuti. Vittime italiane in altissima percentuale (l’80,2 per cento dei casi) con carnefici italiani nel 74 per cento dei casi. Una fotografia drammatica che non conosce distinzione di latitudine: l’aumento di vittime di reato di sesso femminile è lo stesso in Piemonte come in Sicilia.

Nell’82 per cento dei casi – raccontano i dati diffusi dalla Polizia di Stato – chi fa violenza su una donna ha le chiavi di casa. Le vittime e i loro aggressori appartengono a tutte le classi sociali e culturali e a tutti i ceti economici. E nonostante i reati come il maltrattamento in famiglia siano in diminuzione, il numero delle vittime di sesso femminile è in aumento e le donne sono quasi sempre italiane come i loro autori. Tra le straniere a denunciare più di altre di aver subìto violenza sono le romene. Maltrattamenti, atti di stalking, violenze sessuali, percosse nel 60 per cento dei casi sono commessi dall’ex partner.

Uno schiaffo o una spinta, essere attaccata o minacciata verbalmente, venire controllata costantemente e in modo soffocante dal partner, vedersi negato l’accesso alle risorse economiche dal marito o dal compagno, essere costretta ad avere un rapporto sessuale contro la propria volontà. Stalking, anche nella sua versione “cyber”, violenza psicologica, offline e online. Sono solo alcuni esempi di cosa sia la violenza sulle donne, una violazione dei diritti umani tra le più diffuse. Sono migliaia gli eventi che già si sono svolti in questi giorni e che culmineranno con la giornata di domani.

Ieri a Roma la manifestazione nazionale con lo slogan 'Non una di meno'. E' sceso in strada il movimento che combatte la violenza nei confronti delle donne. Con uno striscione con questa scritta si è snodato per le vie del centro di Roma un corteo colorato con le rappresentanti dei centri antiviolenza, delle case delle Donne, dei consultori e molte con le maschere delle luchadoras, a sostegno della struttura di accoglienza Lucha Y Siesta di Roma e di tutti gli altri spazi di auto determinazione minacciati di sgombero. Nel corteo niente bandiere di partito. A predominare è stato il colore rosa: numerose le manifestanti provenienti da ogni parte d'Italia. Il corteo ha sfilato per le vie del centro della Capitale fino a piazza San Giovanni. Vediamo quali sono le iniziative in corso o che si terranno domani in tutta la provincia di Trapani e in Sicilia in occasione della "Giornata contro la Violenza sulle donne".

Marsala - Lunedì 25 novembre, alle ore 15:30, presso l'aula gip del Tribunale di Marsala, in occasione della "Giornata Internazionale contro la Violenza sulle Donne", l'Ordine degli Avvocati di Marsala e il Comitato Pari Opportunità organizzano il convegno dal titolo "Discorsi d'odio e social media". Dopo i saluti del presidente del Tribunale Alessandra Camassa e degli avvocati Giuseppe Spada (COA Marsala) e Adele Pipitone (CPO Marsala), relazioneranno: Serena Bersani, giornalista "come si racconta la cronaca di genere"; Gery Palazzotto, giornalista "social media e violenza di genere"; Chiara La Barbera, psicoterapeuta "le dinamiche relazioni violente"; Laura Errera, avvocato "violenze sui social e nuove tutele civilistiche"; Roberta Anselmi, avvocato "strumenti di contrasto al linguaggio d'odio e alla violenza di genere"; Felicita Tranchida, avvocato. Modererà il convegno l'avvocato Valerio Vartolo, componente dell'associazione penalisti "C. Beccaria".

Mazara - L’associazione Fidapa di Mazara del Vallo, con il patrocinio del Comune, lunedì 25 novembre alle ore 17 al teatro Garibaldi organizza l’incontro: “Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne: realtà e prospettive”. Dopo i saluti istituzionali dell’Amministrazione Comunale, di don Giuseppe Ponte e della rappresentante nazionale Young Fidapa Flavia Caradonna, si terranno le relazioni sui seguenti temi: Le indagini di reati per violenza domestica e di genere a cura del Sostituto procuratore della Repubblica di Marsala Marina Filingeri; La violenza assistita a cura della psicologa Maria Cristina Passanante; Il valore dell’essere donna a cura della presidente dell’associazione Palma Vitae Giusy Agueli. L’incontro sarà moderato dalla presidente dell’associazione Fidapa Mazara, Giovanna Mauro. Al termine dell’evento i partecipanti si recheranno a Villa Iolanda, per la deposizione di fiori nella “panchina rossa” simbolo del messaggio “No alla violenza sulle donne”.

Trapani - “Musica e parole per rompere il silenzio” è l’evento organizzato da Cgil, Cisl e Uil Trapani, con il patrocinio del comune di Trapani, in occasione della Giornata internazionale contro la violenza sulle donne, che si terrà lunedì prossimo 25 Novembre, a partire dalle 17, nella sala “Fulvio Sodano” di Palazzo D’Alì. Si tratterà di un evento per ricordare le vittime di violenza, ma anche per riflettere su ciò che la società può fare per fermare questo fenomeno e ciò sarà fatto per mezzo di una rappresentazione artistica di musica e parole. La musica sarà interpretata dal pianista Luca Lione, mentre la parola sarà affidata al musicista Vincenzo Marrone D’Alberti, all’attore Marcello Mazzarella, l’attrice Jolanda Piazza e dallo scrittore e giornalista Giacomo Pilati. All’incontro interverranno la segretaria provinciale Cgil Trapani Antonella Granello, la responsabile del coordinamento donne Cisl Palermo Trapani Delia Altavilla e la responsabile Pari opportunità Uil Trapani Antonella Parisi. Saranno presenti i segretari generali di Cgil, Cisl e Uil Trapani Filippo Cutrona, Leonardo La Piana ed Eugenio Tumbarello. Presenterà la giornalista Jana Cardinale. “Cgil, Cisl e Uil Trapani - affermano Granello, Altavilla e Parisi – desiderano manifestare la propria vicinanza e solidarietà a tutte le vittime di violenza, ritenendo necessario adoperarsi, ognuno per propria parte, affinché l’azione di sensibilizzazione, culturale e sociale, venga portata avanti tutto l’anno, non solo proclamata in un giorno che spesso finisce per assumere valenza puramente simbolica. La violenza sulle donne sistematica, trasversale, culturalmente radicata è senza dubbio un fenomeno endemico che non può essere trattato come un problema solo delle donne. Spetta a tutta la società civile, istituzioni, politica, sindacati, associazioni pubbliche e private, singoli cittadini occuparsene, discuterne, trovare soluzioni”.

Salemi - A partire dalle ore 16,00 dal Chiostro di Sant’Agostino, un corteo di “sensibilizzazione” contro il femminicidio e la violenza fisica, psicologica ed economica attraverserà la via Amendola ( “Strata Mastra”) per arrivare alla “Panchina Rossa” ( simbolo della lotta contro il femminicidio) di Piazzale Peppino Impastato. Si tratta della prima iniziativa intrapresa da Anna Rapallo Pilocane nella qualità di Presidente dell’ Associazione di donne Fidapa, a cui il Comune di Salemi ha dato la sua adesione con il sindaco Domenico Venuti in prima persona e l’assessore alle Pari Opportunità Rina Gandolfo. In una giornata di dolore e di riflessione in cui si ricorda la Violenza sulle donne, Anna Rapallo ci ha confidato di sentire tutto il peso e la responsabilità gravare sulle proprie spalle, non solo come presidente della Fidapa ma anche come volontaria della Protezione Civile e come donna salemitana. Non si è trovata sola nell’organizzare la manifestazione. Associazioni, Enti e Istituzioni sono stati sensibili all’appello lanciato. L’elenco è lungo. Ovviamente il Comune e lo Sportello di Ascolto Antiviolenza Diana, l'Assessorato alle Pari Opportunità. Ma anche le scuole come l'Istituto comprensivo G. Garibaldi/Giovanni Paolo II, i Clubs Service Lions e Rotary, l'Associazione Artemisia, la Caritas Diocesana, l'Associazione Liber...i e il Gruppo di Protezione Civile "Città di Salemi".

Partanna - In occasione della giornata del 25 novembre, designata dall’Assemblea delle Nazioni Unite come la giornata mondiale per l’eliminazione della violenza contro le donne, anche quest’anno il Comune di Partanna in collaborazione con l’Unione dei Comuni e con l’associazione FIDAPA sezione di Partanna, celebra questa importante ricorrenza il 24 novembre. La giornata di domani sarà caratterizzata da due significativi momenti: il primo si svolgerà dalle ore 11,30 alla presenza delle scolaresche, delle istituzioni civili militari e religiose, presso piazza Umberto I°, dove verrà tinteggiata simbolicamente di colore rosso una panchina. Il secondo momento prevede uno spettacolo teatrale dal titolo “La Felicità”, spettacolo celebrativo della Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne. “Il Comune di Partanna, considerato che la storia quotidiana degli ultimi tempi risulta purtroppo segnata da episodi sempre più frequenti di violenza sulle donne, che si materializza con atti di stupro, aggressioni, minacce, stalking, fino ad arrivare ad episodi di femminicidio - ha dichiarato il sindaco di Partanna, Nicolò Catania - nel 2013 aveva già proceduto ad istituzionalizzare la Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne. E oggi come allora purtroppo si continua a combattere questa piaga sociale. Pertanto rivolgo i miei più vivi ringraziamenti - ha continuato il sindaco - all’Unione dei Comuni e ai consiglieri dell’Unione, Lo Piano, Corrente e Varvaro, che hanno proposto l’approvazione di una specifica mozione, estendendo ai comuni afferenti all’Organo, un programma unico della manifestazione. Ringrazio inoltre la presidente dell’associazione FIDAPA sezione di Partanna, avv. Mimma Amari, per l’apporto significativo e l’impegno costante su un tema così attuale. Inoltre i miei più sentiti ringraziamenti vanno all’associazione Palma Vitae e al suo presidente, dott.ssa Giusy Agueli, per aver scelto Partanna come sede per lo spettacolo dal titolo “La Felicità”, per la regia di Nicola Alberto Orfino, a cura dell’associazione Palma vitae; spettacolo inserito nella 2° edizione della rassegna teatrale “Ritratti unici di donna” con la direzione artistica di Luana Rondinelli”. “La panchina rossa è ormai diventato simbolo della lotta al femminicidio e alla violenza di genere - ha dichiarato l’assessore alle Politiche sociali Noemi Maggio - e vogliamo proporlo in uno spazio pubblico, perché lasci un segno indelebile e ricordi a tutti che la 'panchina rossa' è un monito contro qualsiasi forma di violenza e promozione allo stesso tempo di una cultura basata sulla parità sostanziale e non soltanto formale” . Tutta la cittadinanza è invitata a partecipare.

Erice - In occasione della Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne, l’Amministrazione Comunale di Erice organizza lunedì 25 novembre ore 10.00 nella via Manzoni alta, la manifestazione “Non chiamarmi Cenerentola” in collaborazione con l’UDI di Trapani e la FIDAPA Terre dell’Elimo. L’iniziativa, che vedrà la partecipazione attiva di tutte le scuole ericine di ogni ordine e grado in un toccante flash mob, prevede anche delle installazioni realizzate dai detenuti della Casa Circondariale di Trapani. Coinvolgere i detenuti significa raccogliere pienamente i fondamenti del nostro sistema giudiziario e penitenziario che, oltre alla certezza della pena, ha tra i suoi obiettivi la riabilitazione ed il reinserimento sociale. “Il progetto intende rappresentare l’importanza dell’educazione di genere, che abbatta ogni tipo di stereotipo sociale, per una vera prevenzione della violenza, affinché i ragazzi di oggi non siano i carnefici di domani e le ragazze le vittime” – ha dichiarato la Sindaca Daniela Toscano. Al termine della manifestazione verrà mandato in loop per tutta la giornata un video realizzato dall’UDI Trapani con le scuole, presso le quali è stata fatta – e verrà proseguita nei prossimi mesi – una apposita formazione sull’educazione di genere.

Alcamo - La Giornata internazionale per l’eliminazione delle violenze sulle donne sarà occasione di poter partecipare a tante iniziative e tra queste quelle portate avanti dai Volontari CRI di Alcamo, che inoltre saranno presenti al Convegno, organizzato dal Comune di Alcamo, lunedì prossimo 25 novembre alle ore 17.00, presso la Sala Congressi Marconi. Un evento per confrontarsi, al quale prenderanno parte specialisti del settore, che rientra nella Campagna di Sensibilizzazione che la Croce Rossa sta svolgendo nel territorio con tantissime iniziative.
 

Palermo - In occasione della “Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne”, “Noi” - 6 Monologhi sulla violenza nelle relazioni di Francesco Olivieri,  è la “Contemporanea Teatrale Internazionale” che andrà in scena alla Kalsa di Palermo, lunedì 25 novembre, con inizio alle 18:15. Lo spettacolo è stato organizzato e lo ha fortemente voluto uno degli attori protagonisti, Giuseppe Battiloro, che da uomo sente ancora di più come la necessità e il bisogno di fare qualcosa per le donne, anche se le letture e lo spettacolo trattano della violenza in generale. Gli attori siciliani che partecipano alla contemporanea teatrale e che hanno aderito sin da subito all’iniziativa e a titolo gratuito sono: Giuseppe Battiloro; Anna Graziano; Giuseppe Moschella; Emanuela Mule'; Elena Pistillo; Calogero Salamone. Voci Bambini: Gaia Massaro; Ernesto Masera; Zelia Botta Ventura. Regia di Anna Graziano e aiuto regia di Elisabetta Loria.  Organizzazione: Giuseppe Battiloro. Lo spettacolo si terrà all’Ex San Mattia ai Crociferi, via Torremuzza 28 a Palermo.Ingresso a contributo volontario. Per informazioni: 351 1900174