Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi
28/11/2019 04:00:00

Trapani, rischiano di chiudere venti comunità alloggio. Incertezza per 200 anziani

C'è incertezza a Trapani per la sorte di 200 anziani ospiti di alcune comunità alloggio. Sono ventina circa quelle del territorio trapanese che rischiano la chiusura a causa di una valutazione errata della norma che regolamenta tutto il settore. Ora esiste il concreto rischio che le strutture vengano chiuse.

In consiglio comunale ha sollevato la questione Massimo Toscano. “Il Comune di Trapani – afferma il consigliere – negli anni scorsi aveva permesso l’iscrizione delle comunità alloggio per anziani all’Albo comunale degli Enti privati di assistenza prevista dall’articolo 27 della legge regionale numero 22/86 in base solo alla legge regionale”.

Molte delle comunità che hanno aperto i battenti a Trapani sulla base della legge del 1986 non sono adeguate però rispetto alla successiva circolare del 2003. Le comunità alloggio per anziani sono strutture socio-assistenziale residenziali ed offrono assistenza infermieristica, i pasti, facilitano la fruizione di attività ricreativo-culturali esterne alla struttura e garantiscono assistenza nelle attività quotidiane e di notte in caso di emergenza. Sono degli immobili che si differenziano dalle Case di riposo, solo per il numero degli ospiti limitato ad un minimo di sette fino ad un massimo di dodici ospiti a bassa intensità assistenziale.