03/12/2019 22:00:00

Contest "Via dei Tesori", un'opera artistica trapanese batte quelle di Marsala e Palermo

Una gara tra le città siciliane e le loro opere d'arte. Un contest che permetterà con finanziamento raccolto dal Festival "Via dei Tesori" di poter restaurare i beni artistici e architettonici in gara. Ad avere la meglio è stata la città di Trapani e l'olio su Tavola della Cappella della Mortificazione che ha vinto per pochi voti sulla antagonista Marsala e la cupola del Campanile del Carmine, a base ottagonale e con la scala interna elicoidale in arenaria.

Al terzo posto si è classficata Palermo con le le sfingi del Gymnasium dell’Orto Botanico di Palermo, in pietra di Billemi scolpite tra il 1789 e il 1795. Il concorso organizzato dalle "Vie dei Tesori" ha permesso di far votare i cittadini attraverso i social, le chat e le pagine web. Ai partecipanti veniva richiesto: "Quale bene vuoi recuperare? - Vota il tuo restauro»".

Trapani si è classificata al primo posto con il 41,50% dei voti, Marsala al secondo con il 40,9%, e terza classificata Palermo con l'8,9% dei voti. I primi tre progetti saranno ammessi  al restauro. 

Gli altri beni artistici che hanno partecipato erano: la porta di ingresso alla città di Palermo; il portale della chiesa di san Benedetto a Catania; l’affresco del salone di Amorelli e dieci manifesti realizzati tra gli anni Cinquanta e Sessanta dell’Inda, a Siracusa.