03/12/2019 11:57:00

Chi c’era a bordo della Lancia Y, assieme a Margareta e a Nicoletta la sera dell'omicidio?

 Chi c’era a bordo della Lancia Y, assieme a Margareta Buffa e a Nicoletta Indelicato la sera dell’omicidio? Sull’auto, i carabinieri del Ris di Messina hanno rinvenuto la traccia di una terza persona di sesso femminile.

Di chi si tratta? Ed ancora: quella traccia è stata lasciata la sera dell’omicidio di Nicoletta Indelicato, o risale ad un momento antecedente l’assassinio? Interrogativi che infittiscono ancora di più un efferato delitto di cui ancora oggi non si conosce il movente.

A rivelare la presenza di una traccia appartenente ad una persona ignota è stato il colonnello del Ris, Carlo Romano deponendo, ieri, dinnanzi alla Corte d’Assise di Trapani dove è imputata Margareta Buffa.

Ma l’ufficiale ha anche reso noto un particolare che potrebbe cambiare lo scenario dell’omicidio. “Sul tappetino del bagagliaio della macchina – ha riferito – è stata riscontrata la presenza di tracce di sangue della vittima”.

Nicoletta, quindi, non è stata uccisa nel vigneto di contrada Sant’Onofrio dove è stato rinvenuto il cadavere?

La rivelazione del colonnello Romano lascia intendere che la ragazza possa essere stata freddata altrove e poi trasportata nelle campagne marsalesi. Se così fosse, Margareta – dal momento che sull’auto non sono state riscontrate tracce di Carmelo Bonetta, anche lui accusato di omicidio – avrebbe trasportato il cadavere da sola, o sarebbe stata aiutata? E qui si ritorna alla terza traccia di quella misteriosa persona. La donna ignota potrebbe avere avuto un ruolo nell’occultamento del cadavere? Gli interrogativi sono tanti. A dissiparne qualcuno potrebbe essere Carmelo Bonetta che il 16 dicembre comparirà dinnanzi alla Corte d’Assise di Trapani.