14/12/2019 10:44:00

Trapani, sfondano un muro per occupare una casa popolare

 Sfondano un muro per occupare una casa popolare. E' successo ieri sera a Trapani, in una palazzina popolare di via Mascagni.

I carabinieri passando da quelle parti hanno sentito dei forti rumori. Saliti al quinto piano di una delle palazzine dello Iacp hanno beccato quattro ragazzi, di cui tre minorenni, tutti trapanesi, mentre stavano rimuovendo i calcinacci. Avevano appena aperto un foro nel muro vicino la porta d'ingresso murata del pianerottolo. I quattro ragazzi si sono giustificati dicendo che non avevano un posto in cui stare insieme. Così hanno deciso di sfondare un muro e occupare una casa popolare. Questi i dettagli.


Nella serata di ieri i Carabinieri della Stazione di Borgo Annunziata hanno denunciato 4 ragazzi, per il reato di danneggiamento e tentata evasione di edifici, in quanto sorpresi mentre praticavano un grosso buco dal vano scala per avere accesso ad un appartamento.


Intorno alle ore 21.30 i Carabinieri udivano un forte rumore, come se stessero demolendo un muro, provenire dalle palazzine della via Mascagni appartenenti all’I.A.C.P. di Trapani. Dopo qualche minuto di appostamenti, i militari, riuscivano a capire da quale palazzina tra le 5 presenti provenissero i forti rumori, e facendo accesso dal fatiscente portoncino di ingresso già spalancato giungevano “al buio” al quinto piano trovando sul pianerottolo 4 ragazzi identificati in B.D. classe 98 e altri tre minorenni tutti trapanesi i quali, avvalendosi della luce di una candela, stavano rimuovendo i calcinacci e pezzi di tufo relativi ad un foro aperto nel muro vicino la porta di ingresso (murata) nel pianerottolo.
I militari dell’Arma identificavano i ragazzi i quali dichiaravano di non aver un posto dove stare insieme e per questo avevano pensato di occupare l’appartamento.
Venivano per ciò tutti denunciati e, i minori, affidati ai genitori, mentre sequestrati gli attrezzi utilizzati per praticare il foro.