13/01/2020 16:36:00

Mazara, tartaruga impigliata in una rete da pesca salvata dalla Guardia Costiera

 La Guardia Costiera di Mazara del Vallo ha recuperato, sulla spiaggia di Tonnarella, un giovane esemplare di tartaruga marina della specie “Caretta caretta”, in evidente stato di difficoltà.


La tartaruga, infatti, si trovava spiaggiata e non riusciva a muoversi, dato che la zampa anteriore sinistra era rimasta impigliata in un pezzo di rete da pesca, che le impediva ogni movimento.


L’esemplare, di circa 25 kg e lungo 57 cm, è stato consegnato ai medici veterinari dell’Istituto Zooprofilattico di Palermo, i quali tenteranno di estrarre la rete dalla zampa e di riportare nuovamente in libertà l’esemplare.


Il personale della Guardia Costiera di Mazara del Vallo, nell’ambito delle diverse competenze dalla legge attribuite al Corpo delle Capitanerie di porto, protegge e tutela l’ecosistema marino e collabora attivamente al salvataggio di numerosi esemplari di fauna marina in difficoltà.


La Guardia Costiera sensibilizza, ancora una volta, tutta la collettività a segnalare eventuali ritrovamenti. Infatti, la fondamentale collaborazione tra cittadini e Guardia Costiera consente spesso un intervento tempestivo che permette di salvare da morte certa gli esemplari di questa specie protetta.
Bisogna, inoltre, ricordare che l’abbandono in mare di attrezzi da pesca e di qualsiasi rifiuto, oltre a costituire causa di inquinamento dell’ecosistema marino, costituisce un reato ambientale che è speso causa della morte di molti esemplari di specie protette che, a causa dell’opera dell’uomo, non trovano più un habitat pulito e salubre.



https://www.tp24.it/immagini_banner/1596818921-t-cross-ago.gif
https://www.tp24.it/immagini_banner/1596443336-agosto-2020.gif
https://www.tp24.it/immagini_banner/1596438976-saldi-estivi-50.gif