04/04/2020 09:53:00

"Riaprire la sartoria del carcere di Favignana per produrre mascherine"

 Aprire i locali adibiti a sartoria nel carcere di Favignana per realizzare mascherine monouso per il Coronavirus. E' la proposta del Sappe, il sindacato autonomo della Polizia Penitenziaria, della provincia di Trapani.


“Risulterebbe che all’interno dei locali sopra citati , vi sono circa 20/25 macchine da cucire non utilizzate ma funzionanti” scrive in una nota Eugenio D'Aguanno, delegato regionale del sindacato.

“I locali dov’è posizionata la sartoria sono abbastanza ampi, con postazione personale di controllo Polizia Penitenziaria e sala regia. Attualmente, presso tutti gli Istituti penitenziari della Repubblica c’è necessita di mascherine monouso per protezione da malattie infettive in emergenza all’epidemia Covid-19”.


Nella lettera alla direzione del penitenziario il Sappe chiede la riattivazione della sartoria con lo specifico compito della produzione di mascherine monouso.


“Si presume che la proposta di questa segreteria provinciale, qualora condivisa da parte di codesta Direzione , sarà ratificata da parte dei Superiori Uffici dell’amministrazione penitenziaria poiché trattasi di “giusta causa comune”.