15/06/2020 07:12:00

Marcia indietro da Roma. L'aeroporto di Trapani può riaprire il 21 giugno

15,30 -Gli aeroporti Pio La Torre di Comiso e Vincenzo Florio di Trapani-Birgi riapriranno al traffico il prossimo 21 giugno, così come richiesto dagli stessi scali all’Ente nazionale per l'aviazione civile (ENAC).

È Il vice ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Giancarlo Cancelleri, a darne notizia dopo aver sentito questa mattina il presidente dell’Enac

“Mi sono voluto accertare personalmente – dichiara il vice ministro Cancelleri – come mai gli aeroporti di Comiso e di Trapani non fossero stati inseriti nel decreto del Mit, che dispone l’operatività degli scali su tutto il territorio nazionale. Ho sentito i presidenti delle società che gestiscono i due aeroporti siciliani, rispettivamente Mistretta per la So.A.Co di Comiso e Ombra per l’Airgest di Trapani, e li ho rassicurati della riapertura secondo le loro necessità”.

C’è da dire però – continua il Vice Ministro - che l’Airgest ha mandato la richiesta a Enac, atto fondamentale per poter riaprire, solo stamattina, ma nonostante ciò mi sono attivato affinché non ci fossero ritardi e disservizi per il territorio, così da garantire ai cittadini la possibilità di volare. Stamane ho chiamato direttamente il presidente dell’Enac, Nicola Zaccheo - conclude Cancelleri – per accertarmi dell’esito delle due istanze. Il presidente Zaccheo, non solo mi ha rassicurato che non vi è nessun motivo per non accogliere le richieste e poter consentire ai due aeroporti di riprendere le attività, ma ha anche chiarito che per nessun motivo si vogliono lasciar chiusi i due scali”.Inoltre, continua la nota del vice ministro Cancelleri, il Presidente dell’Enac si è reso disponibile, nel caso che i due aeroporti lo richiedessero, ad autorizzare l’apertura anche prima della data prestabilita.


13,35 - 
"Salviamo le rotte già programmate". E' l'appello del manager dell'Airgest, Salvatore Ombra, rispetto al decreto di ieri che prolunga la chiusura dello scalo trapanese fino al 14 Luglio, compromettendo ulteriormente la stagione estiva, dopo l'addio improvviso di Alitalia.

Sul decreto che ha stabilito la chiusura dell'aeroporto di Trapani Birgi, insieme ad altri aeroporti nazionali, fino al 14 luglio, il presidente Salvatore Ombra, ha tempestivamente informato il presidente della Regione Siciliana on. Nello Musumeci e ha sentito il vice ministro ai Trasporti Giancarlo Cancelleri per trovare una felice soluzione che lasci la ripresa della programmazione delle rotte come già stabilita. A questo proposito è stata già inviata una nota ad Enac per la richiesta di riapertura.

09,00  -   Altra doccia fredda per l'aeroporto di Trapani.

Dopo l'addio improvviso di Alitalia (la compagnia perdeva 31 euro a passeggero sulle rotte Trapani - Milano e Trapani - Roma) adesso arriva un provvedimento del Ministero dei Trasporti che ha deciso di prorogare la chiusura dell'aeroporto fino al 14 Luglio. 

La Ministra delle Infrastrutture e dei Trasporti Paola De Micheli ha firmato infatti con il Ministro della salute, Roberto Speranza, un decreto per razionalizzare il servizio di trasporto aereo.
In considerazione delle numerose richieste dei gestori aeroportuali, della collocazione geografica degli aeroporti in grado di servire bacini di utenza in modo uniforme sul territorio e della loro capacità infrastrutturale, nonché della necessità di garantire i collegamenti insulari, l’operatività dei servizi è limitata agli aeroporti di Alghero, Ancona, Bari, Bergamo – Orio al Serio, Bologna, Brindisi, Cagliari, Catania, Firenze – Peretola, Genova, Lamezia Terme, Lampedusa, Milano Malpensa, Napoli Capodichino, Olbia, Palermo, Pantelleria, Parma, Pescara, Pisa, Roma Ciampino, Roma Fiumicino, Torino, Venezia Tessera e Verona Villafranca. 

In questo elenco, come si vede, mancano proprio l'aeroporto di Trapani Birgi e quello di Comiso.