29/06/2020 10:00:00

Il mattatore che manca a Marsala

 Vent'anni senza il mattatore. Il 29 giugno giorno di santi Pietro e Paolo del 2000 ci lasciò l'immenso Vittorio Gassman, fu attore, regista, sceneggiatore e scrittore.

Capolavoro assoluto come attore è stato "i soliti ignoti" di Mario Monicelli insieme a due altri mostri sacri, Totò e Marcello Mastroianni protagonista della "Dolce vita" ( altro capolavoro) di F. Fellini. Gassman nell'arte dell'attore fu un mattatore sia teatrale che cinematografico. Nell'accezione politica ecco cosa potrebbe necessitare a Lilibeo per le prossime elezioni di ottobre. La regola vuole che sia il 29°giorno alle ore 12 prima della data fissata per l'elezione, il termine ultimo per la presentazione di candidature e programma. Ufficialmente è il 30°giorno prima delle elezioni, la data d'inizio presentazione, al lordo di giorno e notte 40 ore.

Il mattatore declinato anche al femminile dovrebbe palesarsi prima del termine ultimo, il prima possibile per convincere noi cittadini che sia tale. Deve esprimerci il suo pensiero per il governo della città e le idee per realizzarlo attraverso gli strumenti. Nella valenza positiva la squadra assessoriale è uno degli strumenti. In senso figurativo il/la mattat*** attira l'attenzione e soprattutto è capace di risolvere situazioni, in politica democraticamente ovviamente nel pieno rispetto delle norme, fa specie che una caratteristica naturale deve essere sempre auspicata. Per Marsala 2020 siamo in attesa, che qualcun* si candidi a diventarl*, quanto meno ci provasse con pensiero che si trasformi in idee, in un'ottica progettuale fattibile della "polis". Un/una mattat*** per Marsala.

Vittorio Alfieri