01/10/2020 06:00:00

Coronavirus, sono 284 i positivi nel trapanese. Non rallenta il contagio in Sicilia 

Ieri c'è stato un nuovo decesso dovuto al coronavirus in provincia di Trapani. Si tratta di un uomo malato terminale e residente a Trapani. Per quel che riguarda il numero dei positivi, i casi attuali salgono a 284 (il dato è al netto di decessi e guarigioni) e sono così distribuiti: Alcamo 25; Buseto Palizzolo 14; Calatafimi-Segesta 6; Campobello di Mazara 1; Castellammare del Golfo 4; Castelvetrano 16; Custonaci 4; Erice 17; Favignana 1; Gibellina 0; Marsala 29; Mazara del Vallo 11; Paceco 0; Partanna 11; Poggioreale 1; Salaparuta 5; Salemi 68, Santa Ninfa 7; Trapani 45; Valderice 11; Vita 3, San Vito Lo Capo 2; Petrosino 3. Ricoverati in Terapia Intensiva -1 Ricoverati non in Terapia intensiva – 22

A Mazara si registrano tre nuovi positivi. Fanno parte dello stesso nucleo familiare le tre persone risultate positive al Coronavirus. Lo ha comunicato l’Asp di Trapani a seguito dei risultati dei tamponi. Le persone interessate si trovano già in isolamento domiciliare da diversi giorni e stanno bene.

I dati in Sicilia - Continua la crescita di contagiati in Sicilia. Sono 170 nelle ultime 24 ore, a fronte di 6.645 tamponi eseguiti. Ventinove dei nuovi casi sono militari della marina sbarcati a Siracusa dalla nave Margottini. Aumentano anche i guariti, 90 da ieri.

Il totale delle persone attualmente positive in Sicilia arriva a 2.866, con un decesso (in provincia di Palermo) che porta il numero delle vittime complessive 311. Superati i 7000 casi dall'inizio dell'epidemia (7118). Aumentano i ricoveri: 301 in regime ordinario, 19 in terapia intensiva. In isolamento domiciliare 2546 persone. A Palermo i nuovi positivi sono 74, 33 a Siracusa (29 di questi sono marittimi della nave Margottini), 17 ciascuna a Catania, Caltanissetta e Trapani, 7 i casi registrati a Messina, 4 i nuovi positivi ad Agrigento e uno a Enna.

Uno dei due rami del Parlamento, in pratica, è bloccato a causa del virus. Il Senatore eletto nel collegio di Marsala Francesco Mollame è risultato positivo al coronavirus e anche il romagnolo Marco Croatti è risultato positivo al Covid. Sono state annullate tutte le riunioni di commissione, si sta procedendo alla sanificazione dei locali. La struttura medica del Senato ha disposto l'esecuzione dei tamponi su tutti i parlamentari cinquestelle e sui componenti della commissione Industria, di cui fa parte uno dei senatori contagiati, Croatti. Test anti-Covid anche per i funzionari del gruppo di M5S. A rischio, se le commissioni non potranno riunirsi, anche la ripresa dei lavori d'aula, lunedì prossimo, con l'esame del Dl agosto. 

 Stabile la curva dei contagi da Covid 19 in Italia: dai dati del ministero della Salute emerge che nelle ultime 24 ore c'è stato un incremento di 1.851 casi, circa 200 più di ieri ma con circa 15mila tamponi in più: 105.564 contro 90.185. Il totale dei contagiati, comprese vittime e guariti, sale a 314.861. In leggero calo l'incremento delle vittime: 19 contro le 24 registrate martedì, per un totale di 35.894. Nessuna regione fa registrare zero nuovi casi e la Campania, ancora una volta, è quella con il maggior incremento, con 287 nuovi casi. Seguono il Lazio (+210), la Lombardia (+201), il Piemonte e la Sicilia (+170)

Sono 51.263 gli attualmente positivi al Covid 19 nel nostro paese, con un incremento di 633 malati nelle ultime 24 ore. Di questi, dice il bollettino del ministero della Salute, 280 sono ricoverati in terapia intensiva, 9 in più rispetto a martedì, 3.047 sono invece nei reparti ordinari (uno meno di ieri) e 47.936 sono in isolamento domiciliare, con un incremento di 625 nelle ultime 24 ore. Sono, infine, 227.704 i dimessi e i guariti, 1.198 in più in un giorno.

Si è ridotta la letalità del Covid-19: se fino a giugno morivano quasi 15 pazienti su cento oggi ne muoiono circa 12. Ma i contagi da coronavirus sono in forte crescita soprattutto nelle regioni del Centro-Sud, con Sardegna, Campania, Lazio e Sicilia che dal 16 giugno al 24 settembre, mostrano un incremento di positivi pari rispettivamente a +154,2%, +140,7%, +90,8% e +83,8%.

Numeri che "suggeriscono come la fase che stiamo vivendo non sembra avere le stesse caratteristiche di quella precedente". È quanto emerge dall'aggiornamento dei dati relativi all'emergenza Covid-19 dell'Osservatorio Nazionale sulla Salute coordinato da Walter Ricciardi, ordinario di Igiene all'Università Cattolica di Roma e da Alessandro Solipaca, direttore scientifico dell'Osservatorio.