15/09/2021 06:00:00

Covid. In Sicilia calano ancora i ricoveri. Scuola, aumentano i prof vaccinati

La Sicilia vede piano piano la curva dei contagi e dei ricoveri appiattirsi. Una lenta discesa che traspare anche dai dati dei ricoveri. Per la prima volta dopo settimana sono meno di 100 le persone in terapia intensiva.


Dati che allontanano sempre di più la zona arancione. Permettono anche di cominciare con un po’ più serenità il nuovo anno scolastico. Un banco di prova fondamentale per tutto il Paese è il ritorno in classe degli studenti, con la speranza che si dimentichi la didattica a distanza.
In questo senso continua a crescere in Sicilia la percentuale di vaccinati tra il personale scolastico: solo il 5,6 per cento deve ricevere ancora la prima dose, quindi poco più di 7 mila soggetti su una platea di 135 mila persone.
Crescono anche le vaccinazioni tra i ragazzi nella fascia 12-19. In provincia di Trapani ha avuto somministrata almeno la prima dose il 58% dei giovani nella fascia d’età scolastica.

Scuola e vaccini
“Il 94 per cento fra docenti e personale scolastico ha quanto meno iniziato il processo di immunizzazione con la somministrazione della prima dose o ha già ricevuto la dose unica. Continueremo, quindi, con la campagna di sensibilizzazione presso le scuole e con il monitoraggio costante anche attraverso i test salivari, così come comunicato giorni fa insieme all’assessore alla Salute, Ruggero Razza. Tutto questo affinché l’anno scolastico, che sta iniziando, possa procedere in presenza e, soprattutto, in sicurezza” commenta l’assessore regionale all’Istruzione Roberto Lagalla.

In Sicilia, secondo i dati aggiornati ad oggi e comunicati dall’assessorato regionale all’Istruzione, d’intesa con l’assessorato alla Salute, l’84 per cento del personale scolastico ha completato l’intero ciclo vaccinale e il 94 per cento ha ricevuto la somministrazione di almeno una dose o della dose unica. Rispetto alla rilevazione del dato di fine agosto, le percentuali sono in aumento di quasi il 10 per cento e ciò ingenera la speranza di raggiungere il 100 per cento di immunizzazione degli operatori scolastici.

Relativamente alla campagna di vaccinazione rivolta alla fascia tra i 12 e i 19 anni, ad oggi il 56,62 per cento (quindi oltre 225 mila ragazzi) ha già iniziato il ciclo vaccinale, mentre è già immunizzato il 41,37 per cento. Nei primi giorni di agosto, invece, aveva già ricevuto il vaccino circa il 40 per cento di loro.

In particolare, ha già ricevuto almeno una dose: il 65,28% dei ragazzi in provincia di Palermo; il 66,38% ad Agrigento; il 60,91% a Ragusa; il 61,89% a Enna; il 58,76% a Trapani; il 57,66% a Caltanissetta; il 51,86% a Siracusa; il 47,83% a Catania; il 44,21% a Messina.

Come previsto dall’ultima circolare, firmata da Lagalla e Razza, dalla seconda metà di settembre sarà ammesso l'accesso delle Usca scolastiche negli istituti che ne faranno richiesta, per promuovere le vaccinazioni sia tra gli studenti della fascia 12-19 anni, sia tra gli operatori scolastici non ancora immunizzati. I dirigenti scolastici potranno richiedere alla ASP tanto la somministrazione di vaccini a scuola, quanto il monitoraggio sanitario mediante tamponi.

 

 




I dati siciliani
Sono 684 i nuovi casi di Covid19 registrati nelle ultime 24 ore in Sicilia, a fronte di 21.800 tamponi processati. L'incidenza scende al 4% (ieri era al 5%) .

L'isola resta sempre al primo posto per nuovi contagi giornalieri, seguita dalla Lombardia con con 435 casi. Si registrano altre 24 vittime che portano il totale dei decessi a 6.609 Gli attuali positivi sono 25.504 con un decremento di 510 casi. I guariti sono 1.170.
Sul fronte ospedaliero sono adesso 871 i ricoverati, 24 in più rispetto a ieri, mentre in terapia intensiva sono 99, 4 in meno.
Sul contagio nelle singole province la situazione è la seguente: Palermo 93, Catania 206, Messina 149, Siracusa 64, Ragusa 28, Trapani 60, Caltanissetta 8, Agrigento 28, Enna 48.

 

 

 

La situazione in provincia di Trapani
Continua a diminuire il numero dei positivi in provincia di Trapani. Sono 2372 gli attuali contagiati, 247 in meno rispetto a ieri, secondo il report dell'ASP di Trapani. Si registrano però cinque nuove vittime del Covid rispetto a ieri e in totale, nel trapanese, dall'inizio della pandemia sono 387.

Sono 6 le persone ricoverate in terapia intensiva (+1) rispetto a ieri e sono 59 quelli nei reparti ordinari, 2 in meno rispetto a lunedì. Tra le città Trapani risulta ora quella con più contagiati con 370, poi Alcamo 348, Mazara 302 e Marsala 301. Qui i dati completi.

 Sono quattordici i positivi al Covid a Santa Ninfa. Lo precisa il sindaco Giuseppe Lombardino , che specifica che è stato possibile appurarlo «tramite una verifica con i vigili urbani». In queste ultime due settimane, chiarisce Lombardino, «diversi positivi si sono infatti negativizzati, anche se l'Asp, nel suo bollettino che viene quotidianamente diffuso, non ha ancora provveduto ad aggiornare il dato». Gli attuali positivi hanno peraltro sintomi lievi; alcuni sono del tutto asintomatici. «Il miglioramento evidente della situazione - conclude il sindaco - non deve però farci abbassare la guardia, ma invitarci comunque alla prudenza».


I dati italiani
Balzo in avanti dei casi e delle vittime, quasi raddoppiati in 24 ore. Sono 4.021 i positivi ai test Covid individuati nelle ultime 24 ore, secondo i dati del ministero della Salute. Ieri erano stati 2.800.
Sono invece 72 le vittime in un giorno, ieri erano state 36. Superate le 130mila vittime in Italia dall'inizio della pandemia. In base ai dati del ministero della Salute, sono 130.027. I casi sono 4.613.214 mentre i dimessi e i guariti sono invece 4.360.847, con un incremento di 7.501 rispetto a ieri. Gli attualmente positivi sono 122.340, con un calo di 3.564 casi nelle ultime 24 ore.
Sono 318.593 i tamponi molecolari e antigenici per il coronavirus effettuati nelle ultime 24 ore in Italia, secondo i dati del ministero della Salute. Ieri erano stati 120.045. Il tasso di positività è all'1,3%, in calo di un punto rispetto al 2,3% di ieri.
Sono 554 i pazienti ricoverati in terapia intensiva per il Covid in Italia, 9 in meno rispetto a ieri nel saldo tra entrate e uscite. Gli ingressi giornalieri, secondo i dati del ministero della Salute, sono 29 (ieri erano 35). I ricoverati con sintomi nei reparti ordinari sono 4.165, in calo di 35 rispetto a ieri.

 

 

Made with Flourish

 



Medicina e Chirurgia | 2021-09-22 15:09:00
https://www.tp24.it/immagini_articoli/24-03-2021/1616566080-0-etna-un-altra-eruzione-fontane-di-lava-e-boati-il-video.jpg

Quando rivolgersi ad un neurochirurgo?

La visita neurochirurgica è volta alla valutazione delle patologie a carico del sistema nervoso centrale (cervello e midollo spinale) e periferico (costituito da tutti gli altri elementi nervosi) o di disturbi che colpiscono la colonna...

https://www.tp24.it/immagini_banner/1629885915-nuovo-showroom.gif
https://www.tp24.it/immagini_banner/1631775220-mr23.gif
https://www.tp24.it/immagini_banner/1631797446-tra-libri-e-cantine.gif
<