Quantcast
×
 
 
25/08/2022 06:00:00

Ente Luglio Musicale Trapanese, Pietrafitta e Roccaro: "Soddisfatti della Stagione in corso"

 L’Ente Luglio Musicale Trapanese sta portando avanti la stagione lirica 2022 nonostante le tante polemiche e i problemi, Natale Pietrafitta consigliere delegato e Walter Roccaro, direttore artistico, come sta andando questa estate del Luglio Musicale.

Diciamo che io e il maestro Roccaro, che abbiamo condiviso la linea della stagione ancora in corso, siamo soddisfatti. Abbiamo fatto una stagione in piena regola, come l’avevamo immaginata nonostante al nostro arrivo il Luglio non navigasse in ottime acque e si temeva che non si potesse portare avanti e terminare la Stagione, noi lo abbiamo fatto per cui siamo molto soddisfatti. Abbiamo anche ampliato il cartellone degli eventi dell’Ente e da questo punto di vista, meglio di come è andata la stagione non poteva andare. Abbiamo avuto una notevolissima risposta da parte del pubblico. Abbiamo avuto tre sold out nelle tre opere maggiori, Tosca, Traviata e Barbiere di Siviglia, per cui dobbiamo ritenerci assolutamente soddisfatti.

Roccaro, condivide la soddisfazione di Pietrafitta?

Assolutamente sì, abbiamo raccolto l’invito a condurre in porto questa stagione in un momento in cui sembrava davvero una partita persa e, invece, grazie all’apporto di tutti, alla nostra disponibilità, ma soprattutto all’apporto di tutta la squadra tecnica, amministrativa, agli artisti che si sono cimentati in una esperienza che presentava delle incognite da tanti punti di vista, siamo riusciti a portare avanti la stagione nel migliore dei modi, anche con una varietà di programmazione e di proposte non soltanto dal punto di vista dei generi, ma anche dal punto di vista degli allestimenti. Siamo passati da una Tosca davvero classica in tutto, nell’allestimento, nella regia, ad una Traviata, assolutamente contemporanea, in linea anche con lo stile che in questo momento va per la maggiore nei grandi teatri europei.

Allestimenti contemporanei che fanno storcere il naso a molti critici, c’è un dibattito infinito su questo.

Ma guardi, in realtà gli apporti della critica specializzata sono stati molto favorevoli. La riserva rispetto a certe scelte stilistiche asciutte, è ormai retaggio del passato, ormai c’è, invece, l’attenzione a far sì che l’opera entri a far parte delle esigenze di un pubblico contemporaneo, perché si era veramente creato uno scollamento.

Roccaro, l’obiettivo è anche quello di rendere il Luglio Musicale meno ancorato nel recinto dei giardini di Villa Margherita e più dentro le cose della città anche nelle zone più trascurate, come Porta Botteghelle, dove siete stati.

Certamente, la musica è sempre veicolo di idee. E’ una lingua universale perché ha un vocabolario che tutti comprendono. Sappiamo come l’opera con personaggi come Giuseppe Verdi abbia avuto un ruolo anche politico ai suoi tempi e credo che qualsiasi messaggio veicolato dalla musica acquisisca una validità, una forza e una capacità di comunicazione molto efficace.

Quali sono i prossimi eventi del Luglio Musicale?

Oggi c’è la prima dell’Elisir d’Amore, questa è una terza opera e ha uno stile intermedio, un allestimento di tipo classico, ma la vicenda è ambientata nell’America anni ’50, con questa storia d’amore così particolare.

Natale Pietrafitta, le polemiche di questa estate per il Luglio Musicale, l’intervento di Tranchida, lo scontro con De Santis, che futuro c’è per questa istituzione?

Io credo che l’Ente Luglio Musicale abbia un futuro a lungo termine. E’ sempre stato nei suoi 74 anni di vita, al centro di polemiche che hanno visto due o più parti contrapposte. Questo a mio avviso non influirà sulla vita dell’Ente, che ha una sua capacità di dignità autonoma, visto che è destinatario di tre grossi finanziamenti pubblici che consentono all’Ente di gestire le proprie attività nel corso dell’anno e consentono lo svolgimento delle stagioni. Le beghe di carattere politico, spesso hanno visto come protagonista l’Ente, ma su questo non hanno, di fatto, influito. Io non credo che anche le vicende che hanno interessato il signor De Santis, dal punto di vista economico, possano influire sull’Ente.

 



https://www.tp24.it/immagini_banner/1673947509-qashqai-e-power.gif
https://www.tp24.it/immagini_banner/1675160323-the-art-of-espresso-febbraio.gif
<