×
 
 
13/09/2022 06:00:00

Trapani o Marsala? La polemica sull'aeroporto rilancia il campanilismo

 Partiamo subito da un fatto. Non è vero che l'aeroporto "Vincenzo Florio" di Trapani Birgi ha cambiato nome. Purtroppo molte testate giornalistiche hanno scritto in maniera errata.

L'aeroporto non ha cambiato nome. Anche perchè il nome è "Vincenzo Florio". Neanche ha cambiato nome la destinazione. Che è sempre Trapani.

E allora? Il presidente dell'Airgest, Salvatore Ombra, ha ottenuto con Ryanair un piccolo importante risultato: ovvero che la compagnia irlandese, che a Birgi gestisce l'80% del traffico, aggiungerà il nome Marsala al nome di Trapani quando indicherà la destinazione.

Insomma, chi prende un volo da Orio al Serio a Trapani, troverà Milano Bergamo - Trapani Marsala. Come Orio al Serio non è Bergamo e non è Milano, allo stesso modo Trapani non è Marsala. E' solo marketing (che vale per Milano Malpensa, Venezia Treviso, Roma Ciampino eccetera eccetera ...). Che però è servito ad animare le tifoserie, fuorviate dal fatto che è circolata la notizia che l'aeroporto "da oggi si chiamerà Trapani - Marsala". E c'è chi ricorda che l'aveva proposto al consiglio provinciale nel 2009, chi rivendica antiche battaglie ...

L'equivoco nasce dal fatto che l'aeroporto "Vincenzo Florio" sorge su una porzione dell'aeroporto militare (che si va ingrandendo tra l'altro, ma la cosa non scalda gli animi: eppure la coesistenza tra scalo civile e militare è uno dei reali fattori che blocca lo sviluppo del "Vincenzo Florio"). Il corpo di fabbrica è a Trapani. La pista è nel territorio di Marsala. La contrada è Birgi. Da qui il nome di Trapani Birgi usato comunemente per indicare lo scalo. E la lotta antica tra marsalesi e trapanesi per avere la "proprietà" dell'aeroporto. 

Ma stiamo parlando di un'altra cosa. Anche perchè, se vogliamo essere esatti, tecnicamente l'aeroporto non è né Trapani, né Marsala, ma adesso ricade, nel territorio del nuovissimo comune di Misiliscemi. Che a Novembre avrà un Sindaco, e che probabilmente presto deciderà di alzare la voce. E quindi un giorno magari sempre quel tale che vola da Orio al Serio verso la Sicilia troverà scritto nel biglietto Milano Bergamo - Misiliscemi Marsala Trapani. Meno male che i biglietti non si stampano più...

Proprio da Misiliscemi, i componenti del neonato movimento politico "Progetto Comune" criticano l'iniziativa di Salvatore Ombra e parlano di "interessi di natura elettorale" dietro l'operazione.

 

Di "mossa elettorale" parla anche il presidente di TrapaniWelcome, Paolo Salerno, che chiarisce che il nome dell'aeroporto non cambia:"Il nome dell’aeroporto rimane Trapani Vincenzo Florio. Il presidente Ombra, che ha raccolto le istanze dei marsalesi , ha spinto Ryanair a mettere questo nome alla sua destinazione (ricordo quando Ryanair era solo a Trapani la destinazione si chiamava Trapani-Sicilia) ma da parte dei marsalesi a 18 giorni dalle elezioni è una ottima mossa elettorale...".

Le polemiche hanno fatto passare in secondo piano il fatto che, al di là dei proclami, quest'inverno dal Vincenzo Florio ci saranno solo sette destinazioni servite con Ryanair, ed una sola internazionale. Un segno del fatto che quello di Trapani, Marsala, o Trapani - Marsala, Misiliscemi, chiamatelo come volete, è un aeroporto sempre più "turistico", legato dunque a flussi stagionali. 

Qualcuno ha fatto notare che tra Marsala e Trapani magari si poteva scegliere una via di mezzo, tipo "West Sicily", o "West of Sicily" dal nome della poco fortunata campagna di comunicazione del Distretto Turistico della Sicilia Occidentale. Peccato che il Comune di Marsala abbia rifiutato di pagare le sue quote, per il Distretto. Però, si, West Sicily avrebbe dato un sapore internazionale. Che poi, a pensarci bene, l'aeroporto ha il nome di una grande famiglia, quella dei Florio. Un cognome che sarebbe da valorizzare ...