Quantcast
×
 
 
05/12/2022 22:00:00

Santa Ninfa, consegnato il premio «Cordio» al giornalista Luca Telese

Terminata la quattordicesima edizione del premio «Museo Nino Cordio». La consegna della targa al giornalista Luca Telese è avvenuta sabato nella sala consiliare. A premiare il volto noto di La7 è stato il sindaco Giuseppe Lombardino. Il riconoscimento gli è stato assegnato «per avere ricostruito, in modo appassionato e appassionante, un pezzo della storia italiana del Novecento attraverso il punto di vista e l'operato di un gruppo di uomini saldati dai comuni valori della democrazia, della libertà, dell'antifascismo, del progressismo, e uniti da un granitico senso di appartenenza ad un grande partito popolare, il Pci, e al suo segretario più amato, Enrico Berlinguer.

Per avere saputo rendere il racconto dell'intrecciarsi delle storie di questi testimoni silenziosi, alla stregua di un romanzo corale, che diventa simbolicamente il romanzo di formazione di un intero gruppo dirigente e del più importante partito politico della sinistra italiana, che cerca e trova, nel valore della militanza, la più alta forma di testimonianza umana e di impegno civile». Il riferimento è all'opera «La scorta di Enrico - Berlinguer e i suoi uomini: una storia di popolo», ultimo libro di Telese, introdotto dal giornalista Vincenzo Di Stefano, che ha moderato la cerimonia. «In questo libro - ha detto Telese facendo un parallelismo con l'arte incisoria di Nino Cordio - ho voluto come recuperare una matrice, e quindi mettere assieme le testimonianze di chi aveva vissuto quella storia esemplare».

La narrazione del giornalista ha attraversato l'intera parabola umana e politica dell'allora segretario nazionale del Partito comunista italiano, dal momento in cui, a sedici anni, nell'agosto del 1943, decide di iscriversi al Pci, fino alla tragica morte causata da un ictus durante un comizio a Padova per le elezioni europee del 1984. Il ruolo di «testimone della storia» è toccato a Roberto Bertuzzi, che fece parte per molti anni della scorta di Berlinguer. Anche a lui è andato un riconoscimento: «Per la sua dedizione e l'alto valore umano e civile della sua militanza politica». Diversamente dagli altri leader politici, infatti, la scorta di Berlinguer non era composta da agenti delle forze dell'ordine, ma dagli stessi militanti comunisti. A consegnare la targa a Bertuzzi è stata l'assessore alla Cultura Linda Genco.

All'incontro sono intervenuti anche il regista Francesco Cordio e il sindaco di Baschi (Terni) Damiano Bernardini. Baschi è infatti il comune dove Nino Cordio aveva deciso di vivere e dove tutt'oggi esiste la Casa-studio dell'artista. In questo modo si sono gettate le basi per un gemellaggio culturale tra le due città: Baschi, appunto, e Santa Ninfa. Bernardini ha fatto dono al sindaco Lombardino di un disegno rappresentante uno dei campanili del borgo umbro che si trova tra Orvieto e Todi. L'amministrazione comunale santaninfese ha ricambiato con una targa consegnata dall'assessore al Turismo Rosario Pellicane.

Quest'anno il premio, organizzato dal Comune con la collaborazione della famiglia dell'artista scomparso a Roma nel 2000, si è potuto fregiare del patrocinio del Ministero della Cultura, che lo ha finanziato tramite il bando destinato ai piccoli musei.



Dai Comuni | 2023-02-05 08:15:00
https://www.tp24.it/immagini_articoli/24-03-2021/1616566080-0-etna-un-altra-eruzione-fontane-di-lava-e-boati-il-video.jpg

Erice, ex Campo Bianco affidato per sette anni

Aggiudicata per 7 anni la gestione del  Giardino "Falcone e Borsellino", l'ex Campo Bianco, ad Erice. Lo riferisce il Comune di Erice, dopo il nostro articolo di qualche giorno fa in cui facevamo il punto su uno spazio molto...

https://www.tp24.it/immagini_banner/1673947509-qashqai-e-power.gif
https://www.tp24.it/immagini_banner/1675160323-the-art-of-espresso-febbraio.gif
<