Quantcast
×
 
 
30/03/2023 20:29:00

Al Polo Universitario di Trapani la seconda giornata di "Non ti scordar di me" 

"La possibilità di realizzarsi e vivere in contesto pacifico dove l'unica legge rappresentata è quella della parità dei diritti e dei doveri, è ostacolata dalle organizzazioni mafiose che rappresentano l'esatto opposto di una società giusta e paritaria”.

Questo è quanto recita l’art. 3 della Costituzione. E proprio la parità dei diritti e dei doveri ostacolata dalle organizzazioni mafiose è stato oggetto del convegno organizzato nell'ambito della programma delle iniziative “Non ti scordar di me”.

La serie di eventi e incontri con autorità e studenti, è stata promossa nei giorni 29-30 marzo e 1-2-3 aprile 2023, dal Comune di Erice e dal coordinamento dell’associazione Libera, associazioni, nomi e numeri contro le Mafie in occasione del 38° anniversario della strage di Pizzolungo nel corso della quale, il 2 aprile del 1985, furono uccisi Barbara Rizzo e i suoi figli, i gemellini Salvatore e Giuseppe Asta.

Al convegno sull’art. 3 della Costituzione tenutosi presso l’aula gremita dell'Aula Magna del Polo Universitario di Trapani, che si è svolto nella mattinata di giovedì 30 marzo 2023, sono intervenuti Dr. Massimo Russo, magistrato, Franco Nicastro, giornalista, Con il contributo in video di Gherardo Colombo, ex magistrato presso la Procura della Repubblica di Milano.

Il diritto a chiedere la Verità, il dovere di rendere Giustizia

A dare il via agli eventi “Non ti scordar di me” mercoledì 29 marzo, “L’art. 2 della Costituzione e la strage: il diritto a chiedere la Verità il dovere di rendere Giustizia”.
Sono intervenuti: il senatore Nicola Morra, già presidente della Commissione nazionale antimafia, che si è soffermato con un intervento appassionato sull’esigenza di una concreta lotta alla mafia che parta dallo Stato; il Procuratore della Repubblica Trapani, Gabriele Paci che, tra i tanti temi trattati, ha ricordato quanto sia fondamentale giungere ad una verità sulla Strage di Pizzolungo. Argomenti che hanno attirato l’attenzione degli studenti universitari e degli istituti di istruzione di secondo grado che hanno partecipato all’incontro, e che hanno scaturito un vivace ed interessante dibattito. Il presidente del Polo Universitario di Trapani, Giorgio Scichilone, e la sindaca di Erice, Daniela Toscano, hanno aperto i lavori portando i saluti istituzionali degli enti. A moderare il convegno è stato il giornalista Rino Giacalone, portavoce di Articolo 21 in Sicilia.

Nel corso del convegno la premiazione dei partecipanti alla VII edizione del concorso giornalistico dedicato a Santo della Volpe, compianto giornalista, ex inviato del Tg3, socio fondatore dell'associazione Articolo 21 e vice presidente di Libera Informazione. Il concorso è stato promosso da Comune di Erice, Associazione Libera, nomi e numeri contro le mafie, FNSI, Ordine dei Giornalisti di Sicilia, USIGRAI, Articolo 21, Liberainformazione.

Gli elaborati sono stati esaminati da una commissione che ha proclamato vincitore lo studente Mario Piazza della classe IV B del Liceo Classico-I.I.S. “Fardella Ximenes” di Trapani (insegnante referente prof.ssa Antonella Andolina). Il suo elaborato, dal titolo “Cosa nostra uccide la democrazia”, corredato da un video che è stato proiettato in sala, ha messo bene in evidenza il ruolo dell’art. 3 della Costituzione nel delineare politiche di contrasto alla mafia, in quanto sancisce il principio di eguaglianza dei cittadini, senza alcuna distinzione.

Il secondo miglior elaborato è stato quello di Serena Consales della classe IV E graf. – I.T.T. “G.B. Amico” (insegnante referente prof.ssa Caterina Mangiaracina) dal titolo “Più formazione e più informazione per combattere la mafia”. Terzo è risultato invece quello di Emanuel Scaturro, studente della classe III D graf. I.T.T. “G.B. Amico”, dal titolo “Mafia, scuola e giornalistmo per formare giovani consapevoli”

Gli interventi

Daniela Toscano, sindaca del comune di Erice: «È stata una mattinata molto proficua ed importante che ha aperto nel migliore dei modi la manifestazione Non Ti Scordar di Me. Sono stati sviscerati argomenti di grande importanza che si prestano a riflessioni e considerazioni, nel solco di due parole, verità e giustizia, che a maggior ragione oggi, dopo i recenti fatti di cronaca che hanno interessato il nostro territorio, sono sempre più obiettivi che la società civile e onesta intende perseguire con forza e determinazione. Ritengo che sia arrivato il tempo della verità e della giustizia e vogliamo che sia fatta chiarezza, qualcosa che riguarda non soltanto noi siciliani, ma l’Italia intera».

Rino Giacalone, giornalista e portavoce di Articolo 21 in Sicilia: «La proposta lanciata per “Non ti scordar di me 2024” è quella di far ripartire una istruttoria senza tenere conto degli esiti di questi processi. Gli studenti avranno a disposizione tutti gli atti processuali, dovranno studiarli e approfondirli, tentare di unire tutti quei punti rimasti non uniti e arrivare a celebrare un processo, culmine delle iniziative per il prossimo anno. C'è una verità che continua a camminare per le vie di questa città. Il lavoro di approfondimento sugli atti processuali che riguardano non solo la strage del 2 aprile 1985, ma anche il forte inquinamento del tessuto sociale da parte di mafia e massoneria, vuole puntare ad acciuffare questa verità, a far scoprire che in questa città l'indifferenza e l'omertà non possono ancora oltre avere diritto di cittadinanza». La proposta è stata condivisa dal procuratore Paci e dal senatore Morra, ma soprattutto dai vertici e dai docenti dell'Università presenti all'incontro.

PROGRAMMA NON TI SCORDAR DI ME

VENERDÌ 31 MARZO
Ore 10:00 - Teatro Ariston (Trapani, Corso Italia 4): “In corpore Constitutionis”, liberamente tratto da “Anticostituzione” di Gherardo Colombo.
Riadattamento teatrale di Alessandra De Vita, regia Alessandra De Vita e Massimo Pastore, coreografie di Patrizia Lo Sciuto.
Rappresentazione teatrale con la partecipazione degli alunni delle scuole ericine partecipanti al laboratorio teatrale.

SABATO 1 APRILE
Ore 10:30 - Palazzo Cavarretta (Trapani): Dedicazione dell’Aula Consiliare “Alle donne e agli uomini trapanesi e non, vittime di mafia”.
Ore 17:00 - Torre di Ligny (Trapani) Presentazione del libro “Armageddon Crime”. L’autore, dr. Carlo Palermo, ne parla con i giornalisti Giacomo Pilati e Rino Giacalone. Con il patrocinio della Città di Trapani.

DOMENICA 2 APRILE - IL GIORNO DELLA MEMORIA
Ore 9:00 – Pizzolungo (Erice): Cerimonia di Commemorazione sul luogo della strage

LUNEDÌ 3 APRILE
Ore 21:00 - Teatro Ariston (Trapani, Corso Italia 4): Replica serale della rappresentazione “In corpore Constitutionis”, liberamente tratto da “Anticostituzione” di Gherardo Colombo.
Riadattamento teatrale di Alessandra De Vita, regia Alessandra De Vita e Massimo Pastore, coreografie Patrizia Lo Sciuto.
Rappresentazione teatrale con la partecipazione degli alunni delle scuole ericine partecipanti al laboratorio teatrale.

Anna Restivo



Native | 2024-05-29 10:51:00
https://www.tp24.it/immagini_articoli/24-03-2021/1616566080-0-etna-un-altra-eruzione-fontane-di-lava-e-boati-il-video.jpg

Liuzza compie 45 anni e si rinnova con un nuovo sito web

Liuzza, azienda leader nella distribuzione di prodotti per pasticceria, gelateria, panificazione, pizzeria e ristorazione a Marsala dal 1979, ha da poco rinnovato il suo nuovo volto online, consultabile all'indirizzo www.liuzza.com. In un settore in...

Antimafia | 2024-05-28 12:46:00
https://www.tp24.it/immagini_articoli/24-03-2021/1616566080-0-etna-un-altra-eruzione-fontane-di-lava-e-boati-il-video.jpg

Mafia, al via oggi l'appello per Scrigno

 Oggi prende il via il processo d'appello per l'operazione antimafia denominata "Scrigno" davanti alla prima sezione della Corte di Palermo. L'operazione, condotta dai carabinieri di Trapani nel 2018, ha esplorato le intrecciate...