Quantcast
×
 
 
04/02/2023 09:01:00

I vini Caruso&Minini conquistano I Migliori Vini Italiani 2023 di Luca Maroni

Luca Maroni, una delle firme dell’enologia italiana più note al mondo, porta sotto i riflettori la Sicilia di Caruso & Minini, nel lancio del suo “Annuario dei Migliori Vini Italiani 2023”.

“La qualità del vino è la piacevolezza del suo sapore”, è quanto guida l’approccio critico di Luca Maroni, definito da molti “analista sensoriale” la cui filosofia nell’analizzare i vini segue una visione tanto peculiare quanto affascinante.

Ha ottenuto ben 95 punti il Nero D’Avola Riserva Cutaja, un vino dalla grande intensità, che sostiene pienamente piatti forti e decisi. Al palato rivela una struttura calda, una trama setosa e fitta, e una persistente piacevole avvolgenza.

Premiati i Naturalmente Bio: Catarratto, Grillo e si aggiudicano ognuno 94 punti.
All’assaggio, il Catarratto si racconta con note fresche e pulite. La sua fragranza elegante e armonica ha un finale lungo e minerale. Il Grillo colpisce per la sua sapidità e acidità ma al tempo stesso per la sua equilibrata morbidezza e ottima struttura gustativa.
La linea Bio della cantina rappresenta un'innovazione e un'interpretazione moderna della tradizione, e costituisce uno dei punti di forza della continua ricerca di Caruso & Minini di unire gusto e rispetto per l'ambiente. La linea è giovane, fresca e innovativa.Ogni etichetta Naturalmente Bio è ispirata a un fiore presente nei campi biologici della cantina, come simbolo ulteriore dell'impegno per la salvaguardia del territorio e la sostenibilità.
La combinazione unica di tradizione e innovazione ha reso Caruso & Minini un nome riconosciuto nel mondo del vino. La linea Bio comprende due bianchi - il Catarratto e il Grillo - e due rossi - Il Nero d’Avola e il Perricone. Quattro vini molto diversi tra loro ma con una nota comune: uno stile fresco ed elegante, risultato della continua ricerca di unire gusto e rispetto per la natura.

Punteggio di 94 anche per il Chardonnay Cusora, di cui freschezza e complessità aromatiche confermano il grande equilibrio. E’ un vino perfetto per l’aperitivo e si abbina molto bene con il pesce più delicato, cucinato in padella o al forno. E’ sorprendente perché ha la capacità di affrontare anche i piatti più elaborati, come lasagne ai funghi o alle verdure e i risotti a base di carne.

L’edizione 2023 premia anche altre tre etichette di Caruso & Minini: 93 punti rispettivamente per Syrah Riserva Delia Nivolelli e per il Grillo Vendemmia Tardiva Tagos e 92 punti per il Grecanico Terre di Giumara.
Il Syrah Riserva Delia Nivolelli porta in sé un'armoniosa rotondità al palato, con una vena di legno che non compromette la sua fragranza fruttata. Il Grillo Vendemmia Tardiva Tagos è il frutto di un’attesa dal dolcissimo epilogo: un gusto piacevole su un fondo morbido e delicato che non stanca. Il Grecanico prodotto nelle vigne di Terre di Giumara, nasce da grappoli raccolti a mano e pigiati interi quanto più delicatamente possibile.

Con l’ottenimento di punteggi superiori al valore di 90 nella guida I Migliori Vini Italiani 2023, Caruso & Minini ha visto riconosciuto il valore della produzione, dalla selezione dei vitigni alla lavorazione in cantina. Un traguardo importante per vini che hanno dimostrato di saper sostenere l’analisi dell’esperto internazionale Luca Maroni, facendosi notare per l’equilibrio, la fragranza e il carattere dei terroir di appartenenza.