Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi
13/11/2017 00:09:00

Marsala alla prima vittoria stagionale. Ne fa le spese il giovane sestetto di Olbia

  Con risultato "mediano" la Sigel Marsala Volley impegnata in esterna in Sardegna ha rimandato al mittente l'insidia rappresentata dalla Golem Hermaea Olbia. Una gara dominata fin dai primi scambi da capitan Agostinetto e Co., improntando questa, senz'altro, col piglio di chi deve avere l'intraprendenza di prendere in tutto e per tutto l'iniziativa in mano.

Al PalAltoGusto le "tigrotte" allenate da Francesco Campisi vincono contro il giovane sestetto sardo incapace di offrire la stessa prova di otto giorni prima in quel di Perugia, regalandosi un'affermazione. La prima dopo otto turni di campionato disputati nel campionato nazionale di A2 femminile 2017/'18. La vittoria fuori casa, come facile immaginare e come sottolineato da Campisi in un'intervista rilasciata nell'immediato post-partita a un'emittente televisiva del luogo, è tutta per Bruno Maltese, team manager della Sigel Marsala Volley scomparso in settimana all'età di 55 anni.

Autentica protagonista tra le fila ospiti è stata Jasmine Rossini, frutto dei 20 punti totalizzati. Da contraltare allo score realizzato dalla schiacciatrice ex Orvieto e Ravenna al suo primo anno in maglia Sigel, di tutte le interpreti in campo solo la nipponica Mami Uchiseto ha fatto meglio con 21 palloni messi a terra. Bensì, da parte siciliana segnali incoraggianti da colei che deve tramutare il gioco prodotto dalle compagne in termini realizzativi. Il riferimento va all'opposto carioca Ventura Ferreira, la quale ha terminato in doppia cifra il suo incontro poichè autrice di 11 punti. Qui di seguito la progressione dei set: [24/26; 23/25; 25/20; 13/25]. In virtù di questo acuto Marsala riesce ad appaiare Tulip Caserta (uscita sconfitta da tre punti dalla sfida casalinga contro Delta Informatica Trentino, ndr) in graduatoria a quota quattro. 

Le considerazioni a caldo di coach Campisi a fine partita:

<<Dedichiamo a Bruno Maltese, team manager che per venti anni è stato al nostro fianco, il successo consumato a scapito di Olbia. Ci approcciavamo a questa sfida dopo una settimana non facile, dove anche un solo allenamento non è stato dei più semplici preparare. La vittoria è arrivata infatti al culmine di una settimana travagliata anche e non solo a seguito della notizia della scomparsa del caro Bruno. Volendo addentrarmi su un commento tecnico a tratti, Olbia-Marsala, è stata una bruttissima partita. Lo devo riconoscere. Devo però dire che la mia squadra nel fondamentale del servizio è stata incisiva. Per noi, però, era troppo importante fare risultato contro una squadra che, a prescindere da quanto ha fatto vedere sul suo taraflex, aveva racimolato otto punti in classifica. È un torneo equilibrato e Marsala già in qualche altra uscita aveva dimostrato con squadre blasonate e al netto di buone prestazioni che il punto in classifica non corrispondeva alla realtà. Ci consideriamo una discreta squadra ma all'inizio di stagione siamo partiti con atlete che, essendo state tormentate da problemi alla spalla, non potevano rendere al massimo>>

 

Tabellino. Golem Hermaea Olbia - Sigel Marsala Volley 1-3 [24/26; 23/25; 25/20; 13/25]

Golem Hermaea Olbia: Simoncini, Iannone, Uchiseto 21, Spinello 4, Provaroni 6, Bartolini 11, Soos 17, Cecconello, Barbagallo, Caboni, Muresan 3, Barazza 6, Murru - All. Pasqualino Giangossi

Sigel Marsala Volley: Mucciola, Cazzetta (L), Furlan 11, Rossini 20, Merteki 16, Marinelli (L), Agostinetto 2, Murri, Biccheri 2, Facchinetti 8, Ventura 11, Gabbiadini - All. Francesco Campisi

Arbitri: Vincenzo Carcione di Roma e Fabio Bassan di Brescia

Emanuele Giacalone


Ti potrebbe interessare anche: