17/02/2010 05:37:26

Turano porta solo mezza Provincia alla Bit. Grandi eventi: Catania se ne va


E Mazara? Castelvetrano? Marsala? Erice? Non ci sono. Alcuni comuni, come Marsala ed Erice, sono nel solito anonimo spazietto di “Terre d’Occidente”. Gli altri, ciccia.
Come mai? Ancora una volta l’Amministrazione Turano decide di rappresentare solo una parte dei 24 Comuni che la rappresentano. Era già accaduto nel 2009, e Turano aveva promesso, pubblicamente, durante la conferenza stampa per l’inaugurazione della base Ryanair a Trapani Birgi, che non l’episodio spiacevole non si sarebbe ripetuto, “perché stiamo lavorando per una cabina di regia per la programmazione turistica” in vista del nuovo anno.
Di fatto un anno è passato, e di programmazione non c’è traccia. La Provincia di Trapani va alla Bit con pochi comuni. Tant’è che anche all’ufficio stampa cercano di rimpolpare un po’ la poco rappresentativa spedizione, aggiungendo che ci saranno anche l'Agritourist e l'associazione «Strade del Vino Erice», e alcuni consorzi del territorio trapanese. Nulla di che, considerando che tra l’altro proprio l’associazione Strada del Vino di Erice DOC ha avuto affidato dalla provincia la realiazzione operativa e funzionale dell’area dello stand, di circa 100 metri quadri.
Si spera di raccogliere lo stesso successo dell’anno scorso: grandi mangiate di cuscus per i visitatori e i giornalisti e un frammento nel servizio del Tg 5 delle 13 e 00. E se l’anno scorso la Provincia omaggiava la Ferrari (che aveva scelto alcune località del nostro territorio per la presentazione di un nuovo modello) con uno stand tutto rosso fiammante, quest’anno, sulla scorta del mega evento della regata strabica, la «Garibaldi Tall Ships Regatta» 2010 (Genova-Trapani, 11-16 aprile 2010, Turano fa sapere che lo stand sarà “all'avanguardia e richiamerà fortemente la vela ed il mare”. Come tutta l’attività della Provincia, in questo periodo, del resto, con un’Amministrazione che sembra non sapere uscire fuori dalla logica dei “grandi eventi”. Con tutto ciò che questo comporta. Ad esempio, il Presidente Turano poteva spendere due parole in più, anziché sulla scenografia del costoso stand della Provincia, sulle dimissioni del dirigente Giovanni Catania, che da anni si occupava di programmazione alla Provincia, e che si è dimesso dalla Provincia proprio in polemica con Turano per la gestione della regata. Il silenzio ha insospettito anche i consiglieri provinciali Passlacqua e Ortisi che hanno presentato un'apposita interrogazione: "Abbiamo appreso dagli organi di stampa che il Dott. Giovanni Catania, Dirigente del Settore 5° che si occupa di programmazione finanziamenti e grandi eventi, ha rassegnato le proprie dimissioni dall' Ente per motivi non precisati" scrivono i due. "Si tratta di un dirigente di grande esperienza e competenza, che da molti anni svolgeva le funzioni assegnate con notevole professionalità, con risultati riconosciuti ed apprezzati. Queste dimissioni rappresentano un ulteriore segnale di un disagio diffuso nella struttura burocratica della Provincia Regionale, frutto anche di duplicazioni e sovrapposizioni nei meccanismi decisionali che hanno generato pericolose confusioni dovute allo stravolgimento dei modelli organizzativi con refluenze negative sull'efficienza dell' attività amministrativa".


Il 19 febbraio alle 17 presso la Sala Blu -Stand Regione Sicilia pad. 7, la Provincia regionale di Trapani ha organizzato una conferenza stampa per presentare la regata e l'iniziativa «Turismo Sociale: Trapani per l'accoglienza turistica ai diversamente abili»