13/04/2010 09:12:15

Cominciata la discussione del bilancio alla Provincia. Maggioranza giù

ha comunque avviato la trattazione ed esaurito la discussione generale dell’importante provvedimento riguardante il bilancio di previsione per l’esercizio finanziario 2010, il bilancio pluriennale e la relazione previsionale e programmatica per il triennio 2010/2012. La maggioranza non voleva discutere subito il bilancio, ma è andata subito giù. Il prelievo del punto, proposto dai capigruppo della minoranza, Daidone e Ortisi, è stato votato alla unanimità dei presenti dopo che l’altra proposta iniziale (formulata dal Presidente Peppe Poma), procedere cioè alla trattazione della delibera concernente il debito fuori bilancio di quasi 260 mila euro relativo all’abbattimento delle residue perdite e alla ricapitalizzazione dell’Agriturpesca s.r.l., aveva fatto registrare la contrapposizione tra i rappresentanti dei gruppi di minoranza (Daidone, Ortisi, Giacalone) favorevoli a discutere prima il bilancio di previsione, e quelli di maggioranza (Carpinteri, Corrente, Russo), pronunciatisi invece per dare priorità al debito fuori bilancio relativo all’Agriturpesca visto che bisogna prenderne atto entro il termine perentorio del prossimo 20 aprile. Alla fine comunque, come già detto, si è proceduto al prelievo del bilancio di previsione con la conseguente relazione illustrativa letta dall’Assessore al ramo, On. Vincenzino Culicchia, il parere tecnico-giuridico letto dal Presidente dei Revisori dei Conti, Cinzia Puma, e quello della Commissione Finanze, per bocca del Presidente Pino Giammarinaro. A questo proposito va registrato un altro KO, perchè il parere delal commissione è è stato – ha detto Giammarinaro - non favorevole in quanto è stato positivamente votato dallo stesso Giammarinaro e da Salvatore Rallo mentre si sono astenuti gli altri due componenti presenti al momento della votazione: Enzo Chiofalo e Maurizio Sinatra. Dopo questi interventi “tecnici” si è svolta la discussione generale sul documento finanziario a cui annodato il loro contributo, nell’ordine, il Presidente della Provincia, On. Mimmo Turano, ed i Consiglieri: Chiofalo, Giacalone, Ortisi, Daidone, Sinatra, Anna Maria Angileri e Giuseppe Angileri. SoTutti particolarmente critici nei confronti della delibera di bilancio e delle scelte fatte dall’Amministrazione, anche se con diverse sfumature, gli intervenuti al dibattito, ad eccezione del Consigliere Giuseppe Angileri che inteso difendere l’operato del Presidente Turano ed auspicato un clima di dialogo. La parola passa ora al dibattito sugli emendamenti previsto per la seduta di prosecuzione di stasera e alla successiva votazione del provvedimento nel suo complesso.

 

 

Intanto, sulla base dei dati contenuti nella relazione illustrativa dell’Assessore Culicchia, il documento finanziario relativo all’esercizio 2010 prevede un impegno di spesa che ammonta complessivamente ad oltre 76 milioni di euro. La spesa corrente è stata programmata per consentire il rispetto degli equilibri di bilancio, tenuto conto dei vincoli in materia di entrate e di un’altra componente rigida e incomprimibile della spesa che è quella relativa al personale, mentre non indifferenti sono state le limitazioni connesse al patto di stabilità interno. L’estinzione dei mutui operata nel corso dell’esercizio 2009 ha consentito di conseguire un risparmio sugli interessi di circa 900 mila euro per l’esercizio corrente, mentre le voci di spesa che riguardano il pagamento della quota capitale dei prestiti in ammortamento hanno subito un sensibile calo rispetto al valore del passato esercizio con un decremento di circa 1 milione e 200 mila euro.
Il fondo di riserva è stato invece fissato in euro 400.404,43, mentre una riduzione nell’intervento relativo al personale e soprattutto agli interessi passivi (da €2.603.000 ad €700.000) ha consentito di liberare risorse per altre iniziative, in particolare nella manutenzione ordinaria degli immobili (€90.000), degli Istituti scolastici (€500.000), delle strade (€300.000) e delle riserve naturali (€220.000) nonché alle intese di collaborazione con le forze dell’ordine, per attività turistico-culturali, nel campo dell’energia alternativa e nel campo delle politiche sociali e del welfare per complessivi €530.000 al fine di realizzare attività rilevanti nel territorio.
Le opere pubbliche risultano dal piano triennale 2010-2012 ed evidenziano gli impegni dell’Ente in materia di viabilità, edilizia scolastica e per il restante patrimonio immobiliare. Gli stanziamenti più rilevanti relative all’esercizio 2010 riguardano: Acquisto di edifici scolastici con proventi dell’alienazione di immobili (€3.610.000); Realizzazione archivio cartaceo immobile Caserma dei Carabinieri di Trapani (€300.000=); Lavori antincendio e messa in sicurezza edifici scolastici (€1.300.000); Manutenzione straordinaria strade (€700.000); Fondo per partecipazioni ad Enti, Società e/o Consorzi (€1.000.000).
Rispetto all’esercizio precedente si rileva un incremento delle opere di manutenzione degli immobili e nella manutenzione straordinaria delle strade (per quest’ultima voce si è passati da €185.000 dell’esercizio 2009 ad €700.000 dell’esercizio corrente).