01/05/2010 15:30:41

Consiglio provinciale: sedute fissate per i giorni 6, 10, 12, 18, 24 e 26 maggio

l’approvazione del rendiconto relativo all’esercizio finanziario dell’anno 2009;
la presa d’atto del verbale dell’assemblea straordinaria dei soci del 22 dicembre 2008 della “CEPLA S.p.A. in liquidazione” e della successiva cancellazione della Società dal registro delle imprese;

la presa d’atto del debito fuori bilancio della somma di €25.863= relativa alle spese processuali della difesa dell’impresa Acquamar 100_1741.JPG(esecutrice dei lavori di ripristino dei fondali antistanti le banchine del porto peschereccio di Trapani) e per il funzionamento del Collegio Arbitrale ed €8.156= per spese processuali della difesa della Provincia Regionale di Trapani a seguito del lodo emesso dal Collegio Arbitrale il 28 settembre del 2007;

l’adesione alla “Carta di Aalborg”, al Coordinamento Nazionale di Agenda 21 Locale ed al Coordinamento Agende 21 Locali – Sicilia;

l’iniziativa per la presentazione all’Assemblea Regionale Siciliana, congiuntamente ai Consigli delle altre Province Regionali della Sicilia, di una proposta di legge per la costituzione del Consiglio Regionale delle Autonomie Locali;

la convenzione per l’affidamento delle attività di gestione dell’imposta provinciale di trascrizione (IPT) per il quinquennio 2010-2014;

l’approvazione del regolamento per l’applicazione delle sanzioni amministrative in materia ambientale di competenza provinciale;

la sostituzione di un componente della Commissione “Vigilanza per la tutela e la garanzia del Diritto di Accesso” a seguito delle dimissioni, da componente della stessa Commissione, del Consigliere Prov.le Giuseppe Angileri (Alleanza per il Sud);

l’elezione di un altro componente della stessa Commissione in sostituzione del dimissionario Consigliere Salvatore Rallo (MPA);

la designazione di un componente supplente della Commissione Elettorale Circondariale di Marsala con competenza sui Comuni di Marsala, Pantelleria, Salemi, Vita e Petrosino;
L’agenda dei lavori consiliari è completata infine da una nutrita serie di interrogazioni, interpellanze, ordini del giorno, mozioni e atti di indirizzo presentati dai Consiglieri dei vari gruppi politici.