21/06/2010 06:16:07

Mozia "patrimonio dell'umanità": il Consiglio Provinciale ci prova

Da qui la necessità di rilanciare, sostenendole unitariamente e con forza, le buone ragioni della candidatura di Mozia e Lilybeo, vero e proprio gioiello di incommensurabile valore sia per l’unicità ambientale che per la grande valenza storica ed archeologica".
Lo ha ribadito, con forza, il Presidente Peppe Poma a chiusura, dopo oltre 2 ore di appassionato e unitario dibattito, dell’odierna riunione straordinaria ed aperta del Consiglio Provinciale di Trapani che ha approvato, alla unanimità dei presenti, un ordine del giorno, presentato dal Consigliere Ignazio Passalacqua ma sottoscritto anche, in maniera assolutamente bipartisan, dai Consiglieri di tutti gli altri gruppi politici.
Il documento, in particolare, impegna l’Amministrazione della Provincia Regionale di Trapani a farsi promotrice della costituzione di un comitato permanente a sostegno della candidatura del sito “La Civiltà fenicio-punica in Italia, Isola di Mozia e Lilybeo” quale patrimonio dell’Umanità riconosciuto dall’UNESCO. Tale comitato dovrebbe coinvolgere la stessa Provincia Regionale di Trapani, il Comune di Marsala, la Regione Siciliana, la Sovrintendenza ai beni culturali, la Fondazione Whitaker, le Università siciliane, il mondo della scuola e le associazioni culturali e scientifiche interessate alla materia.
Nella sua premessa, l’ordine del giorno fa rilevare che il sito “La Civiltà fenicio-puniche in Italia, Isola di Mozia e Lilybeo” è già presente, dal 01/06/2006, nell’attuale lista propositiva per l’UNESCO ed è ritenuto di inestimabile valore artistico-culturale, unico in Europa per quanto riguarda le civiltà fenicio-puniche; inoltre, viene sottolineata la straordinaria opportunità che il territorio della Provincia di Trapani otterrebbe da tale riconoscimento sia per la valorizzazione delle aree in questione che per il conseguimento considerevole rilancio dell’indotto turistico; infine, preso atto del ruolo strategico e centrale che avrebbe l’Ente Provincia nella promozione del sito in questione, viene rilevato lo stato di criticità (incuria, abusivismo, scarsa promozione territoriale) in cui attualmente versano sia l’Isola di Mozia che l’area archeologica di Lilybeo.
Nell’ordine, dopo l’intervento introduttivo del Presidente del Consiglio Provinciale, hanno portato il loro contributo al dibattito: il Consigliere Prov.le Paolo Ruggieri, il Sindaco di Marsala, Renzo Carini, il Consigliere Prov.le Ignazio Passalacqua, l’Avv. Fabio D’Anna, già Consulente del Comune di Marsala per la pratica UNESCO, il Consigliere Prov.le Edoardo Alagna, il Presidente del Consiglio Comunale di Marsala, Oreste Socrate Alagna, il Consigliere Prov.le Anna Maria Alagna, l’Avv. Diego Maggio, Presidente Associazione Paladini dei Vini di Sicilia, L’On. Giulia Adamo, Deputato Regionale, il Consigliere Prov.le Piero Russo, l’Ing. Vito Garitta, Presidente del Club UNESCO di Trapani, la Prof.ssa Antonella Angileri in rappresentanza del Preside del Liceo Classico di Marsala, Gaspare Salvo. Hanno partecipato alla riunione consiliare anche la Dott.ssa Maria Enza Crollo, Segretario della Fondazione “Giuseppe Whitaker”, e l’Arch. Silvio Manzo in rappresentanza del Soprintendente ai Beni Culturali e Ambientali di Trapani, Giuseppe Gini.