06/10/2010 18:10:22

Consiglio Provinciale: palavetro, fitti passivi e tratti ferroviari inadeguati

per la Provincia, di dismettere la struttura del cosiddetto Palavetro attualmente ubicato all’ingresso dell’aeroporto civile di Trapani-Birgi.

Il documento, in particolare, impegna l’Amministrazione Provinciale e per essa il suo Presidente ad attivare l’iter necessario per indire un bando ad evidenza pubblica che preveda lo smontaggio, il trasporto, il montaggio e l’adeguamento alla normativa vigente del Palavetro. Inoltre, nel caso in cui nei termini previsti dal bando non via sia alcun ente interessato a sobbarcarsi tale onere, l’atto di indirizzo stabilisce di indire una nuova procedura che preveda la dismissione e la demolizione del manufatto a costo zero per l’Amministrazione Provinciale, onde evitare nel proseguo ulteriori danni all’Ente causati dal deterioramento della struttura.

Con riferimento a questo atto di indirizzo, il Presidente della Provincia, Turano, si è dichiarato disponibile ad accogliere le indicazioni in esso contenute chiedendone, anzi, l’immediata trattazione.

Riguarda invece disagi e inadeguatezze del tratto ferroviario Castelvetrano – Mazara del Vallo – Trapani l’interrogazione presentata dal Consigliere Marco Campagna (PD). Viste le proteste dei cittadini che usufruiscono della tratta in questione per mancata pulizia, mancanza di adeguate corse in più orari e una dovuta attenzione alle esigenze lavorative e scolastiche dei fruitori, il Consigliere Campagna chiede all’Amministrazione Provinciale di intervenire presso le Ferrovie dello Stato per porre fine ai disagi creati ai passeggeri e potenziare il tratto Castelvetrano – Mazara – Trapani con un maggior numero di vagoni e corse.
Un’altra interrogazione al Presidente della Provincia e all’Assessore alla P.I., riguardante i fitti passivi degli edifici scolastici, è stata a sua volta presentata da Anna Maria Angileri. L’esponente del PD chiede di sapere in che modi e tempi si intenda procedere per adottare una decisione tesa a ridimensionare i fitti passivi che gravano pesantemente sulle casse della Provincia Regionale di Trapani e se il Presidente Turano e l’Amministrazione Provinciale non ritengano ormai improcrastinabile investire nell’edilizia scolastica a Marsala, anche ricorrendo a strumenti finanziari quali il leasing in costruendo. Nella sua interrogazione, Anna Maria Angileri ricorda che nel solo territorio di Marsala i cani di locazione dei vari istituti scolastici superiori superano, comprensivi delle imposte, il milione di euro.

A questo proposito, il Presidente Turano ha affermato che gli uffici stanno vagliando tutte le possibili soluzioni nel rispetto della principale priorità che è quella della salvaguardia del patto di stabilità. In atto, dopo avere valutato proprio la convenienza del ricorso al leasing in costruendo, si sta valutando la possibilità, grazie ad una apposita variante che dovrebbe essere approvata dal Comune di Marsala, di potere avere a disposizione anche 1 solo ettaro di terreno dei tanti del “Podere Badia”, utilizzati per ricerche scientifiche, per costruirvi una “cittadella della scuola”. Perché un’amministrazione ottenga però dei risultati concreti – ha sottolineato Turano – bisogna fare dei percorsi irti di difficoltà che abbisognano di ben altro clima politico.

Due interrogazioni, concernenti, rispettivamente, la S.P. Mazara – Torretta Granitola e le strade provinciali 27 e 59, sono state infine presentate dal Consigliere Silvano Bonanno. Con la prima interrogazione, Il rappresentante dell’UDC verso il Partito della Nazione afferma che dopo la grande manifestazione tenutasi a Mazara del Vallo in occasione della consegna dei lavori di manutenzione del ponte sul fiume Arena, gli corre l’obbligo di interrogare il Presidente della Provincia sulle motivazioni che non hanno consentito l’inizio dei lavori della Mazara – Torretta Granitola, alla luce delle dichiarazioni dell’Amministrazione che confermavano in quella occasione l’inizio dei lavori nei primi giorni dello scorso mese di settembre.

Con la seconda interrogazione, Silvano Bonanno chiede di conoscere le motivazioni che non hanno consentito, a tutt’oggi, di intervenire sulle strade provinciali 27 e 59 che ricadono nel Comune di Poggioreale. Bonanno fa presente che la SP 27 evidenzia problemi mai risolti, come frane con riversamento di fango all’interno del manto stradale, che la rendono intransitabile, mentre la SP 59 “Belice Destro” è senza manto stradale e con i tombini per le acque piovane spesso otturati che creano difficoltà alla circolazione. Il Consigliere Bonanno, infine, ricorda che la necessità di manutenzione delle strade suddette era già stata segnalata anche in occasione del Consiglio Provinciale straordinario e aperto tenutosi nel Comune di Poggioreale e che in quella occasione l’Amministrazione Prov.le si era impegnata ad intervenire urgentemente.