02/02/2011 09:03:34

Pagava con assegni rubati. Truffatore seriale arrestato ad Alcamo

SCIACCA Dario, di anni 34, nato e residente a Palermo, pregiudicato. Lo stesso si era sottratto alle ricerche dei militari dell’Arma da circa 10 giorni, quando i carabinieri si erano recati nottetempo presso il suo domicilio, non trovandolo. Da allora, avevano inizio una serie di appostamenti nei pressi dei suoi possibili “covi”, che davano i loro frutti nella serata di ieri, quando veniva avvistato lo SCIACCA Dario e veniva dichiarato in stato di arresto.

Durante la perquisizione presso il domicilio dello stesso, i militari operanti rinvenivano diversi capi di abbigliamento ritenuti, verosimilmente oggetto di truffe presso altri esercizi commerciali, tra i quali anche un esercizio commerciale di Alcamo. Precisamente venivano rinvenute e poste sotto sequestro n°10 paia di scarpe firmate; n°20 camice Harmont & Blaine; n°5 tra cappotti e giubbotti firmati; diversi bigliettini da visita utilizzati dallo stesso per presentarsi alle ignare vittime di turno, ove vi era apposta la qualifica di “Medico Legale”.

Il suo modus operandi era quasi sempre lo stesso: si presentava dalle sue vittime designate nei giorni di venerdì sera, sabato o domenica e chiedeva loro di acquistare merce firmata per poi alla fine presentare un assegno bancario del Banco di Sicilia, agenzia di Palermo. Fin qui tutto andava bene, sino a quando le vittime si recavano presso le proprie banche per incassarlo e, scoprivano amaramente che l’assegno ricevuto in pagamento, non era collegato ad alcun conto corrente. Infatti si tratta di un lotto di assegni, ben 5000, denunciati smarriti dal corriere che doveva consegnarli alla filiale anzidetta e quindi mai giunti in agenzia. Per tale motivo, non a caso gli acquisti avvenivano quasi sempre quando gli istituti bancari erano chiusi, al fine di non rendere possibile alcun controllo ai commercianti che ricevevano detto assegno in pagamento. I commercianti Alcamesi truffati, accertati sino alla data odierna, sono 6, per una somma totale di circa € 10.000. Sicuramente lo SCIACCA Dario ha colpito numerosi altri commercianti delle province di Trapani, Palermo ed Agrigento, di cui allo stato attuale si sconoscono eventuali denunce. La refurtiva recuperata al momento è al vaglio dei militari dell’Arma i quali stanno cercando di capire da quali altri esercizi commerciali possa provenire al fine di restituirla ai legittimi proprietari. Al termine delle formalità lo SCIACCA è stato accompagnato presso il suo domicilio in regime di arresti domiciliari.