05/05/2011 11:59:13

Fandango conquista pure Playground

Diventano così tre le case editrici di cui la Fandango è socio di maggioranza: Fandango Libri, Coconino Press e ora Playground.
Andrea Bergamini, direttore editoriale e fondatore di Playground, resterà alla guida della casa editrice e socio insieme alla Fandango di Domenico Procacci.

Letteralmente PLAYGROUND è il campo giochi, ma è anche il luogo dove i ragazzi imparano a praticare uno sport. Luogo di formazione e apprendistato, di competizione accanita ma non definitiva, di amicizie cattive e passioni scomposte, di solidarietà e sbucciature; il luogo dove si formano i talenti o dove si perdono per sempre, dove si scaldano gli eroi e si coltivano gli esclusi. Nel playground si gioca e si combatte e soprattutto le squadre si formano e si sciolgono con rapidità e secondo logiche impreviste, a volte meschine, più spesso sentimentali.

Playground si occupa esclusivamente di narrativa, percorrendo una convinta "politica degli autori", da Edmund White a Gilberto Severini, da Allan Gurganus a Helen Humphreys, senza per questo trascurare la buona letteratura popolare con la fortunata collana High School.

La casa editrice pubblica due collane:
COLLANA PLAYGROUND – E’ l’area del catalogo dedicata alla letteratura “d’autore”. Romanzi, racconti, biografie dall’Occidente e dal mondo, attraversando tutto il Novecento. Storie diverse e lontane, dal Brasile di fine Ottocento di Caminha al Marocco di oggi di Rachid O., dagli Stati Uniti di Edmund White alla Parigi anni 80 di Hervé Guibert, dal Canada di Helen Humphreys all’Italia degli anni 60 descritta da Gilberto Severini.

COLLANA HIGH SCHOOL - Storie gay dai licei americani (e del mondo). Sono romanzi dal taglio popolare che raccontano di adolescenti, oppressi da un contesto ancora omofobo, ma più disponibile ad accettare il loro bisogno di dichiararsi, di vivere l'amicizia e di amare.