26/10/2013 09:30:00

Approvato il progetto del molo all'Isola Lunga. Si torna a trasportare sale con le barche

Si torna a fare le cose alla vecchia maniera. Perchè c'è un ambiente da rispettare, fino a prova contraria. Il sale che viene prodotto sull'Isola Lunga torna a essere trasportato sulla terraferma con le barche. Gli autocarri non attraverseranno più i fondali bassi della laguna dello Stagnone. Non passeranno più da San Teodoro. E questo è stato deciso alla conferenza di servizi che si è tenuta al Suap del Comune dove è stato approvato il progetto della Sosalt. La storica azienda della famiglia D'Alì, amministrata da Giacomo D'Alì, ha presentato il progetto per il restauro dell'antico molo all'Isola Lunga. Si vuole rifare il molo per far approdare le barche, appunto.  Il progetto è stato approvato dai diversi enti presenti alla conferenza di servizi. Oltre al Suap, ha dato l'ok l'Assessorato regionale Territorio e ambiente (settori Demanio marittimo e Protezione patrimonio naturale), la Soprintendenza ai Beni culturali e ambientali, la Provincia, in qualità di ente gestore della riserva naturale dello Stagnone, il Genio civile e l'Asp. Il molo, secondo il progetto, dovrebbe rispecchiare le antiche caratteristiche. Ossia fatto in tufo e non in cemento (ci mancherebbe altro).