30/06/2017 10:20:00

Pantelleria parteciperà alle "Cartoniadi" organizzate dal Comieco nelle Isole Minori

Il Comieco, il Consorzio Nazionale per il Recupero e Riciclo degli Imballaggi a base Cellulosica organizza le «Cartoniadi». Sarà una sfida di raccolta differenziata di carta e cartone nelle Isole Minori italiane. Queste speciali «Olipimpiade» si svolgeranno dall’1 al 31 luglio 2017 e saranno chiamati a parteciparvi abitanti e turisti oltre che dell’isola di Pantelleria anche dell’Isola d’Elba, Ischia, La Maddalena, Lipari e Procida.

Dovranno raccogliere di più e meglio carta e cartone per aggiudicarsi il montepremi: 15.000 euro per finanziare opere e servizi di interesse collettivo. «Le Isole minori italiane – scrive il Comieco nel comunicato di presentazione delle «Cartoniadi» - sono realtà dal grande valore ambientale e culturale, ecosistemi da salvaguardare e proteggere sempre, ma ancora di più nel periodo estivo in cui diventano meta turistica tra le prescelte e vedono la popolazione aumentare fino a 3 volte».

Si vuole sensibilizzare cittadini e turisti sull’importanza di una corretta raccolta differenziata come strumento di difesa di un ambiente così delicato. «Tutti sono chiamati – spiega Carlo Montalbetti, Direttore Generale di Comieco - a migliorare la raccolta differenziata della propria isola, per avere un ambiente più pulito, evitare che materiali ancora utili e preziosi come la carta e il cartone finiscano in discarica, e per vincere il titolo di Campione delle Cartoniadi 2017.

‘I risultati di raccolta differenziata di carta e cartone delle Isole Minori (oltre 9mila tonnellate nel 2015) delineano un trend positivo dal 2010, - dice ancora il Direttore Generale Montalbetti – sono un segno che fa ben sperare per lo sviluppo della raccolta sul territorio.Tutte le isole – secondo i dati del Comieco - mostrano un quantitativo medio pro capite di produzione di rifiuti urbani maggiore rispetto alla media regionale e della macro area di riferimento.

Nel quinquennio 2010/2015 in Sicilia le isole Lipari, Pantelleria, Ustica e Salina hanno evidenziato una diminuzione della produzione pro capite di rifiuti urbani, rispettivamente del 30%, 18% e 1%, mentre gli abitanti delle isole di Favignana e Lampedusa nel 2015 hanno prodotto rispettivamente un quantitativo medio di rifiuti urbani maggiore del 18% e del 7% rispetto al 2010.