20/04/2018 06:00:00

Facciamo il punto su Birgi. Turano: “Vicenda Alitalia e i danni causati gridano vendetta"

Facciamo il punto della situazione all’aeroporto di Birgi. Da tempo ormai l’aerostazione cerca di sopravvivere con pochi voli al giorno e, molto del personale impiegato, specie quello inquadrato con contratto a tempo determinato, è stato mandato a casa con l’indennità di disoccupazione. Per il rilancio dell’aeroporto e dell’economia che mette in moto ci vogliono fatti concreti e non parole. La prospettiva è, purtroppo, di un'estate di crisi totale. Da quando Ryanair non fa più base a Trapani, il calo di passeggeri si aggira attorno al 70%.

Ricorso Alitalia e stallo – La decisione di Alitalia di fare ricorso al TAR su quanto proposto da Airgest, ha rimesso tutto in discussione, bloccato l’assegnazione della gara e compromesso così definitivamente la stagione estiva. Fin quando non verrà espletata la nuova gara, la situazione di fatto è di stallo e l’operatività rimane circoscritta ai pochi collegamenti effettuati da Ryanair, a quelli di Alitalia e Blue Air e alla speranza che diventino realtà quelli annunciati dalle compagnie minori per il periodo estivo.

Il punto di vista dell’assessore regionale Attività Produttive Turano - Per capire qual è la situazione attuale e cosa si sta movendo per Birgi, lo abbiamo chiesto all’assessore Regionale alle Attività Produttive Mimmo Turano. L’esponente del governo Musumeci ci ha detto, così come aveva ribadito durante il convegno organizzato dal comitato spontaneo per la salvaguardia dell’aeroporto, che considera il ricorso di Alitalia “una vera e propria mascalzonata ai danni del nostro territorio.  “Alitalia non ha partecipato alla gara – ha affermato Turano - ma ha fatto un ricorso con l’obiettivo di stroncare gli aeroporti minori della Sicilia, come il nostro, dove volano le compagnie low cost”.

I 900 milioni ad Alitalia - Turano ci va giù duro e senza peli sulla lingua su Alitalia: “Ha avuto un contributo di 900 milioni di euro per la ricapitalizzazione, non 4 milioni quanto Birgi, e con i soldi dei contribuenti ha fatto ricorso contro la gara del nostro aeroporto”. L’assessore regionale ha voluto puntualizzare che Bruxelles ha aperto un’infrazione su quanto accaduto, perché considera questo prestito un aiuto di Stato. “Tutta questa vicenda che ha recato danno alla nostra provincia è una cosa che grida vendetta – continua Turano -. Nella guerra tra Alitalia e Ryanair la provincia di Trapani non c’entra nulla e ne ha pagato le conseguenze. E’ stato permesso ad Alitalia, non solo di avere i soldi pubblici ma di pagare un avvocato contro la gara di Birgi”.

Nuovo bando e stazione appaltante - Per quel che riguarda il nuovo bando per trovare un vettore (sarà Ryanair al 90%) che porti passeggeri e quindi turisti, all'aeroporto di Trapani, Turano conferma che il progetto che dovevano fare i comuni è stato fatto da Airgest, che i comuni lo hanno approvato e sottoscritto e trasferito alla Regione che a breve, a sua volta, lo dovrà approvare. E’ stata individuata la stazione unica appaltante in provincia di Ragusa e al più presto verrà espletata la nuova gara. Ragusa, infatti, beneficia di una parte dei 12 milioni e mezzo di euro, per il 2018 e 2019, stanziati dalla Regione per l'avvio di nuovi collegamenti con gli aeroporti di Trapani Birgi e di Comiso. Per questo motivo il Comune di Ragusa è stato scelto come stazione appaltante, dato che rientra nell'ambito territoriale dello scalo di Comiso.

Tornano disponibili i due milioni e mezzo di euro - Turano, inoltre, ha annunciato la restituzione dei due milioni e mezzo di euro stanziati per i danni della guerra in Libia nel 2011 e tornati indietro alla Regione. “Presto saranno nuovamente nelle disponibilità del Libero Consorzio Comunale - assicura l'assessore regionale -".

Nuovi voli e nuove compagnie per l’estate –  Ricordiamo quali sono le compagnie che hanno annunciato nuovi voli per il periodo estivo. La compagnia aerea “People Fly” ha annunciato i voli per Bologna, Cuneo, Pisa, Roma, Verona e Vilnius. La “Cobrex Trans”, invece, i collegamenti con Perugia: due volte a settimana, il mercoledì ed il sabato, a partire dal 14 giugno, anche se manca l’ufficialità. I voli assicurati da “Aliblue Malta”, invece, sono previsti a partire dal 27 aprile Trapani-Cagliari, il venerdì alle 9.30 e domenica alle 16.30 e dalla Sardegna, negli stessi giorni, ma alle 11.15 ed alle 17.45. Dal 29 aprile riprenderà il volo con Malta, con partenza da Trapani alle 19.30, mentre da Malta ogni venerdì alle 7.30. Dal 4 agosto, infine, torna anche il collegamento da Birgi con Napoli, il martedì, venerdì e sabato alle 11.