03/05/2018 20:32:00

Marsala: presentata "Enopolis 2018", la fiera dedicata ai professionisti della viticoltura

20 stand espositivi, 40 sponsor tecnici, le novità del mondo vitivinicolo, con le nuove tecniche, i nuovi prodotti e le buone pratiche agricole all’insegna di una viticoltura moderna ed ecosostenibile. Sono queste le caratteristiche di “Enopolis 2018”, la prima fiera dedicata ai professionisti della viticoltura, presentata questa mattina nei locali dell’istituto Agrario “Abele Damiani” e che si terrà a Marsala, venerdì 25 maggio, presso il podere Badia, il campo sperimentale e didattico dello stesso istituto.

Alla conferenza stampa di “Enopolis 2018” hanno partecipato, tra gli altri, l’organizzatore della manifestazione Massimo Mirabella, giornalista e direttore del mensile “Agrisicilia”, il preside dell’Istituto Agrario Domenico Pocorobba, l’agronomo Filippo Paladino, vicepresidente delle Cantine Colomba Bianca e Gaspare Baiata, presidente delle Cantine Paolini, le due cantine che hanno sposato il progetto con gli organizzatori.

A differenza delle manifestazioni classiche legate al mondo del vino, Enopolis, che si svolgerà dalle 9 del mattino fino alle 19, sarà una giornata importante per la crescita dell’intero comparto – le parole di Mirabella –. Particolare attenzione verrà prestata all’uso delle nuove macchine agricole per le quali verranno messi a disposizione i filari per le prove sul campo; ai nuovi prodotti, tra i quali uno contro la peronospera, ma sarà anche l’occasione per le cantine di presentare le loro novità. Ci saranno dei momenti dedicati alla formazione che verteranno su temi come la difesa fitosanitaria, i P.S.R. e i bandi per accedere ai fondi per l’ammodernamento dei macchinari. Attendiamo migliaia di visitatori e speriamo di poter offrire un buon servizio al comparto e soprattutto agli agricoltori”.

Ci sentiamo responsabili di un modello di viticoltura ecosostenibile e per questo abbiamo accettato l’invito a partecipare attivamente a questo evento. Oggi si deve ridare dignità al lavoro dei nostri agricoltori” – queste, invece, le parole di Filppo Paladino.

Infine il “padrone” di casa, Domenico Pocorobba, che ha sottolineato come il podere che ospiterà “Enopolis 2018”, sia una risorsa non solo per Marsala ma per tutto il territorio. L’azienda è in biologico certificato da cinqueanni e continua a fare sperimentazione e innovazione. Pocorobba, infine, ha anche lanciato un allarme sullo stato degli immobili dell’azienda: “Questa sarà l’occasione per far conoscere l’azienda ai cittadini, agli operatori e ai visitatori e spero che sia anche un’occasione per smuovere le coscienze, perché in nove anni c’è il rammarico di non aver potuto accedere ai finanziamenti per rinnovare gli edifici”.