Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi
07/07/2018 15:50:00

Agripesca: "Maggiore attenzione per l'intero comparto in Sicilia"

 “Lecito interessarsi di qualità, di commercializzazione e di marketing del pescato di Sicilia ma non dobbiamo dimenticare che prima abbiamo il dovere di occuparci della fase iniziale dell’intero sistema seafood cioè della pesca che oggi attraversa un periodo particolarmente critico”, lo ha detto Toni Scilla, presidente di Agripesca Sicilia, intervenendo  a Palermo nel corso del seminario “Sicilia Seafood: Qualità, Marketing e Valore Aggiunto” durante il quale si è discusso di valorizzazione dei prodotti ittici siciliani.


“La regione è reduce da un governo che ha trattato la pesca come l’ultimo dei problemi e che non ha saputo valorizzare quello che invece noi riteniamo un settore distintivo che con la cultura e la tradizione racconta un territorio di inestimabile valore”, ha proseguito Scilla.
“La pesca come la intendiamo noi di Agripesca è una risorsa e non problema. Tutelare il settore e aiutare il comparto che include piccola pesca, palangaro e altura, è il compito che ci siamo prefissati. Semplificazione burocratica e normativa sono alla base della nostra idea di rilancio", ha concluso Scilla.

Per Agripesca ha presenziato il seminario anche Ciccio Leone, vicepresidente nazionale dell’associazione. “Apprezziamo lo sforzo dell’assessorato Agricoltura e Pesca. In un momento di crisi quale è quello che sta attanagliando il settore ittico ci auguriamo che questa iniziativa possa potenziare l’attività commerciale del pescato anche se c’è bisogno di una maggiore attenzione nei confronti di tutto il comparto della pesca”, ha dichiarato Leone.
“Agripesca può contribuire ad una migliore commercializzazione del prodotto e assicurare maggiore supporto alla piccola pesca locale ma anche alla pesca d’altura, quest’ultima è stata oggetto di notevole sperequazione da parte del Ministero per quanto riguarda l’assegnazione delle quote tonno”, ha proseguito il vicepresidente nazionale di Agripesca. “Nel fare chiarezza sulla questione quote tonno un ruolo importante lo ha giocato sicuramente il nostro rappresentante regionale Toni Scilla, presidente di Agripesca Sicilia. Un apprezzamento va anche all’assessore Edy Bandiera per tutta un’azione che ha svolto contro il decreto del Ministero. Agripesca è l’associazione più rappresentativa del settore pesca in Italia”, ha concluso Leone.