09/11/2018 17:18:00

Trapani Birgi. Si sono persi (di nuovo) i soldi per i danni della guerra in Libia

 Non ci sono più, di nuovo, i 2,5 milioni di euro destinati al territorio della Provincia di Trapani come “ristoro” dei danni provocati dalla chiusura dell'aeroporto di Trapani Birgi durante le operazioni militari in Libia del 2011.
E' la denuncia fatta da Andrea Oddo, albergatore valdericino, consigliere d'amministrazione del Distretto Turistico Sicilia Occidentale intervistato da Il Locale News.
Non è la prima volta che i soldi spariscono. I circa 2,5 milioni di euro ballavano da anni in attesa di utilizzo e di un modo come utilizzarli. In primavera la somma era stata restituita dal Libero Consorzio comunale di Trapani, perchè inutilizzata, alla Regione Siciliana. Poi i soldi sono riapparsi. Ma adesso si è scoperto, durante una riunione tra i sindaci, il Libero Consorzio, e il Distretto turistico, che si è tenuta venerdì scorso, che la somma, 2,5 milioni, è andata in perenzione. Che significa? L'ente erogante li ha ritirati dalla Tesoreria. La cosa ha fatto infuriare gli imprenditori turistici che fanno parte del Distretto turistico, presieduto dal sindaco di Favignana Peppe Pagoto. “ Siamo pronti ad aprire una class action perchè siamo preoccupati per quello che è successo, com’è possibile perdere questi finanziamenti?” si chiede Oddo “A questo punto, quello che vogliamo è che, intanto, venga individuata la responsabilità personale, il soggetto o i soggetti, cioè, che avendo il potere e la disponibilità dei soldi non hanno investito a favore del territorio – continua nell'intervista rilasciata al giornale diretto da Nicola Baldarotta. Sarebbe troppo riduttivo dire che la colpa è, genericamente, del Libero Consorzio: noi vogliamo arrivare materialmente a chi poteva e non ha potuto o saputo. Chiederemo i danni,non possiamo consentire ulteriormente che si scherzi con l’economia di quanti, come noi, hanno investito ingenti somme di denaro nel settore turistico”.