16/11/2018 06:00:00

I voli per Trapani Birgi, vuoi vedere che torna Ryanair?

 E se alla fine fosse tutta una strategia quella di Ryanair su Trapani? Fingere di abbandonare Birgi per poi accaparrarsi quasi tutta la torta e a condizioni vantaggiosissime. Non è una ipotesi da accantonare dopo l'esito del bando per la promozione turistica, ossia per l'acquisto di voli da e per Trapani-Birgi.


Il bando è stato praticamente un flop.
Delle 25 destinazioni messe sul mercato per un contratto triennale soltanto per tre sono state presentate delle offerte. Alitalia e Blue Air hanno infatti presentato offerte per Milano, Roma e Torino, sulle 25 messe a bando. Tra l'altro sono rotte che già eseguivano, anche senza percepire soldi nell'ambito del contratto di “promozione turistica”. Queste rotte, alla fine, hanno poco da promuovere, e sono quelle che vengono utilizzate soprattutto dai pendolari.
Alla scadenza dei termini, la Cuc, la centrale unica di committenza, non si è vista arrivare la partecipazione al bando di Ryanair. La compagnia aerea irlandese che per anni ha garantito un gran flusso di passeggeri dietro il pagamento di ingenti quote inquadrate sotto un accordo di co-marketing.
E adesso che succede?

Innanzitutto si devono aggiudicare i tre lotti per i quali sono state presentate le offerte. Bisogna prendere atto che rimane una cifra enorme. La somma complessiva messa a bando era di circa 14 milioni di euro, Iva inclusa, con fondi regionali. Quella che verrebbe impiegata è di 2 milioni 160 mila euro per le tre destinazioni Lombardia, Lazio e Piemonte. Rimarrebbero fuori 12 milioni di euro, allora è quasi scontato che si farà un'altra gara. Ma qui viene il bello, perchè si può anche aprire una trattativa privata, dato che la gara è andata praticamente deserta. E qui entra in gioco Ryanair, che potrebbe sedersi al tavolo con Airgest, ma non più come concorrente della gara, ma con un rapporto di forza ribaltato. In questo caso sarebbe, tanto per cambiare,  Ryanair a dettare le condizioni. Significa che potrebbe ottenere tutta la torta rimasta sul tavolo, offrendo i collegamenti, e i servizi di promozione del territorio collegati al minimo.
E' anche per questo che Ryanair non ha voluto interrompere i rapporti con Birgi, mantenendo le rotte invernali per Cagliari, Bologna e Pisa.
Per per garantire i collegamenti da e per Torino per i prossimi tre anni Blue Air chiede 300.000 euro. Il lotto è stato aggiudicato. Per Roma e Milano, invece, Alitalia chiede 900.000 euro, offerta ritenuta anomala, per cui si faranno degli accertamenti nei prossimi giorni, ma sembra una pura formalità. 
Per il resto, purtroppo, non c'è stata nessuna offerta per i 14 lotti internazionali previsti dal bando, così come per gli altri 8 lotti nazionali. Il bando ripartiva così le somme: Belgio (450.000 euro), Germania Nord (450.000), Germania Ovest (450.000), Germania Sud (450.000), Germania Est (450.000), Malta (225.000), Olanda (450.000), Polonia (225.000), Slovacchia (225.000), Spagna (450.000), Regno Unito (450.000), Francia (450.000), Scandinavia (450.000), Repubblica Ceca (450.000). Per l’Italia ci sono: Marche (225.000), Emilia Romagna (900.000), Sardegna  (300.000), Piemonte (300.000), Liguria (225.000), Lombardia (930.000), Umbria (225.000), Toscana (900.000), Lazio (930.000), Veneto (450.000), Friuli Venezia-Giulia (225.000).