30/11/2018 17:40:00

Aeroporto di Trapani, comuni morosi per 350.000 euro da versare per Ryanair

 Mancano ancora 350.000 euro da versare da parte dei Comuni trapanesi per l'aeroporto di Birgi. Si tratta del vecchio accordo di co - marketing, quello di Ryanair, del triennio precedente. Poi, come si sa, la Regione ha imposto una gara, con l'Airgest che si è sostiuita alla Camera di Commercio nella raccolta fondi e con Ryanair che è uscita di scena. 

Questi soldi si riferiscono pertanto agli anni che vanno dal 2014 al 2017. I soldi venivano versati dai Comuni alla Camera di Commercio, e da questa alla società di Ryanair che si occupa di marketing. Ebbene, devono ancora essere saldate le fatture  dei mesi di febbraio e marzo 2017.

Si tratta di una vicenda singolare, perchè l'accordo dei Comuni è un "patto tra gentiluomini", sul cui valore legale c'è più di un dubbio. Così, il Comune di Castelvetrano doveva 300.000 euro, ma ha ottenuto un condono, e con 150.000 euro chiuderà la vertenza. Perché Castelvetrano si e altri Comuni no? Sconti anche sugli arretrati di Poggioreale (verserà 10.000 a fronte di 17.000 euro), ancora meglio Salaparuta (solo 7.500, ne doveva 18.000), Valderice (65.000 contro 108.000 euro dovute).

Due Comuni hanno pagato poco o niente. Il primo è Pantelleria, che ha anche le sue ragioni. Di Ryanair Pantelleria, che ha un suo aeroporto e collegamenti estivi da tutta Italia, non se ne fa nulla. E poi c'è Santa Ninfa, che non ha neanche firmato l'accordo, ma secondo la Camera di Commercio deve pagare ugualmente.