Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi
12/03/2019 11:03:00

La strage dell'aereo: ha perso il volo per due minuti e s’è salvato la vita

Ha affidato a un lungo post le emozioni e i pensieri che lo hanno travolto dopo aver appreso la notizia che l'aereo dell'Ethiopian Airlines che aveva perso per pochi minuti di ritardo, era precipitato. Il greco Antonis Mavropoulos ha pubblicato una foto del biglietto areo del volo partito da Addis Abeba e diretto a Nairobi, che si è schiantato al suolo dopo il decollo.

''Quando sono arrivato al gate ho visto gli ultimi passeggeri che si imbarcavano nel tunnel - ha scritto sul suo profilo Facebook - ho cercato di farmi imbarcare anche io ma ho dovuto attendere il volo successivo''. Le vittime della tragedia sono 157, tra cui otto cittadini italiani.

Scrive il Messaggero:

Trenta minuti per prendere un aereo, una connessione breve, in cui non ti devi distrarre. Ha corso, in un aeroporto come quello di Addis Abeba in cui non era mai stato; ha chiesto informazioni, ma nessuno gli ha saputo dire qual era il gate giusto; ha trascinato con sé il bagaglio a mano, fino a quando è arrivato al banco giusto, ha visto gli altri passeggeri che stavano salendo. Ma il gate era chiuso, gli assistenti di Ethiopian Airlines non c'erano più, ha chiesto aiuto a quelli del gate vicino, ma gli hanno spiegato che non si poteva fare nulla. L'aereo era ancora lì, ma il gate era chiuso. Era il volo Et 302. Sei minuti dopo il decollo l'aereo è precipitato uccidendo gli otto dell'equipaggio e i 149 passeggeri. Antonis Mavropoulos, 53 anni, greco, una figlia, sposato con una donna di origine italiana, era il 150esimo passeggero, quello che non è riuscito a imbarcarsi per due minuti di ritardo. Su Facebook ha pubblicato anche la foto del biglietto del volo.