13/09/2019 06:00:00

Al via Monterice 2019. Partecipa in gara anche il Sindaco di Valderice

 Tra i 300 piloti che partecipano alla Monterice 2019 c'è anche il sindaco di Valderice Francesco Stabile. Lui gareggerà alla guida di una Clio RS 2000. " Per me - dice è il coronamento di un sogno". E il primo cittadino nella sede dell'Aci di Trapani, ha partecipato alla cerimonia di presentazione della manifestazione sportiva, sottolineando l'impegno profuso dai Comuni di Erice e Valderice per risolvere il problema della frana che aveva messo in discussione la gara in programma domenica prossima. "I due Enti - ribadisce - non sono proprietari della strada che è di competenza dell'ex Provincia che, però, non aveva fondi a sufficienza, così dopo un iter lungo complesso siamo riusciti a risolvere la questione".

Giovanni Pellegrino, presidente Aci Trapani, invece, ha lanciato un appello: "Il manto stradale deve essere rifatto non solo per la sicurezza dei piloti, ma per la sicurezza di quanti decidono di raggiungere la Vetta in auto".

 

 

Tre le novità di quest'anno che sono state illustrate dal direttore di gara Marco Cascino: venerdì le verifiche ante gara saranno effettuate, come avveniva negli anni Sessanta, a piazza Vittorio Emanuele e non più a piazzale Ilio; la partenza è stata anticipata di un'ora - alle otto - e la premiazione avverrà a Valderice. Per quanto riguarda i contenuti prettamente agonistici sarà una appassionante sfida a tre per la caccia al tricolore assoluto. Omar Magliona, il sardo della CST Sport che arriva in Sicilia da leader, deve difendere a denti stretti la testa della classifica al volante della Osella PA 2000 Honda, il Campione in carica di gruppo E2SC è fiducioso nel lavoro svolto sulla biposto con il Team SaMo Competition. La lotta sarà dura contro due vetture ufficiali con due grandi piloti reduci dalla conquista ex equo del titolo europeo: Christian Merli su Osella e Simone Faggioli su Norma. Merli è il vincitore del 2018 ad Erice, vittoria che contribuì decisamente alla conquista del primo titolo italiano per il trentino di Vimotorsport, che nel 2018 vinse anche il suo primo Europeo, appena bissato quest’anno sula versione EVO Zytek dell’Osella FA 30 dotata ufficialmente di gomme Avon. Alloro europeo numero 11 appena conquistato per il fiorentino 12 volte Campione Italiano Faggioli, l’alfiere Best Lap che per la sua Norma M20 FC Zytek conta sul lavoro delle mescole Pirelli. A equilibrare in modo pericoloso la bilancia agonistica ci sarà il rientro in CIVM del catanese Domenico Cubeda su Osella FA 30 Zytek, il pilota etneo Campione in carica di gruppo E2SS (monoposto) ha firmato con la squillante vittoria alla Monti Iblei dello scorso week end dopo oltre 4 mesi di stop forzato. Riflettori senz'altro puntati sul giovane marsalese Francesco Conticelli che al debutto ragusano è subito salito sul podio con la nuova Osella PA 30 Zytek, che userà per la prima volta nella sua Erice. Ma tra i giovani siciliani di spicco c’è anche un altro figlio d’arte, Samuele Cassibba, il ragusano della Catania Corse protagonista con l’Osella PA 21 Jrb spinta da motore Suzuki da 1000 cc, del tricolore riservato alle sportscar con motori moto dove leader è il veneto Federico Liber che sarà in Sicilia su Gloria C8P Suzuki da 1600 cc, mentre un altro tenace driver è il potentino Achille Lombardi su Osella PA 21 Jrb BMW 1000, al comando della classe ed in scia per il campionato. Tra le molte lady iscritte, l’umbra Deborah Broccolini su MINI John Cooper Works ha allungato le mani sulla Coppa Tricolore ed ora vuole un posto al sole nella classe E1 1.6 Turbo, mentre in casa la giovanissima figlia d’arte Martina Raiti sulla Osella PA 21 Junior vuole concretizzare tutta l’esperienza accumulata nel tricolore e mirare al successo tra le dame.

Spettacolo assicurato dai protagonisti del campionato Italiano Velocità salita Autostoriche, dove i numerosi driver siciliani presenti sono pronti a scardinare ogni pronostico. Tra i prototipi del 4° raggruppamento il pisano della Bologna Squadra Corse Piero Lottini è a caccia di rimonta al volante dell’Osella PA 9/90 BMW, ma su auto gemella c’è il palermitano dell’ASPAS Ciro Barbaccia che punta dritto al successo in gara, con il sempre più convincente giovane figlio Andrea nel ruolo di scudiero sulla Paganucci. La ligure Gina Colotto tra le monoposto del 5° raggruppamento continua la risalita in classe al volante della Formula Abarth. In 3° raggruppamento si schierano i palermitani Domenico Guagliardo, Natale Mannino per la Island Motorsport, Giovanni Filippone per la Festina Lente, tutti sulle potenti Porsche 911 in versione GTS.