Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi
04/12/2019 07:03:00

Estorsione, un arresto a Valderice: aveva minacciato il vicino per avere dieci mila euro

Un biglietto di minacce e una richiesta di 5 mila euro, trovato nella casella della posta. Siamo a Valderice. La vittima, destinataria del biglietto, va dai carabinieri di Trapani e denuncia. I militari mettono sotto osservazione la sua casa e si accorgono di un anziano signore, Leonardo Candela, 74 anni, che si avvicina alla buca delle lettere, ci infila la mano - come per cercare qualcosa - e se ne va.

Il giorno dopo la vittima trova ancora una lettera di minacce e una richiesta stavolta di 10 mila euro, da lasciare in un contenitore davanti all'ingresso che avrebbe sistemato lì lo stesso estorsore.

Richiesta che viene accolta, ma dopo aver prima fotografato e tracciato le banconote. Arrestato in flagranza, mentre prelevava il contenitore con i soldi, Candela - che tra l'altro è un vicino di casa della vittima - è stato posto ai domiciliari.

Ecco il comunicato dei Carabinieri:

Nel fine settimana appena trascorso i Carabinieri della Compagnia di Trapani, precisamente della Stazione di Valderice, hanno tratto in arresto in flagranza di reato il 74enne CANDELA Leonardo, pensionato, valdericino, per il reato di estorsione.

Pochi giorni prima una persona, presentandosi in caserma, denunciava di aver trovato all’interno della cassetta della posta un biglietto contenente delle minacce e una richiesta di denaro pari a 5 mila euro.

Da subito i Carabinieri davano inizio ad una articolata attività di indagine con appostamenti nei pressi dell’abitazione fino a quando ad attrarre la loro attenzione un soggetto anziano di sesso maschile, con andatura non lineare, capelli bianchi, identificato successivamente in Candela Leonardo, munito di tipico copricapo locale "coppola" ed uno smanicato di colore blu, il quale giunto davanti la cassetta della posta metteva dentro la mano senza prelevare o deporre nulla allontanandosi poco dopo facendo ingresso all’interno di un’abitazione sita nella stessa via poco più avanti.

Il giorno dopo la vittima tornava in caserma informando i militari di aver trovato u altro biglietto al solito posto dove veniva nuovamente minacciato e vista la scarsa collaborazione la richiesta da 5 mila diventava 10 mila da inserire all’interno di una busta dentro un contenitore che avrebbe lui stesso messo davanti l’ingresso, senza ovviamente dire a nessuno quello che stava succedendo.

Dopo aver tracciato e fotografato le banconote, le stesse venivano inserite all’interno della busta e riposte dentro il contenitore giallo davanti la portacome richiesto.

Dopo pochi minuti giungeva il Candela che, con passo svelto, prelevava la busta dal contenitore dei rifiuti la metteva nella tasca del giubbotto e spedito si dirigeva verso la sua abitazione ma veniva bloccato dai Carabinieri i quali accertavano che le banconote corrispondevano a quelle precedentemente tracciate dichiarando cosi in stato d’arresto il 74enne.

Al termine delle formalità di rito l’arrestato veniva posto agli arresti domiciliari presso la propria abitazione a disposizione dell’A.G. in attesa di udienza di convalida, svoltasi nella giornata di venerdì dove per il Candela sono scattati gli arresti domiciliari con braccialetto elettronico.