26/12/2019 17:37:00

Ruba cavi di rame, arrestato a Marsala. Controlli, arresti e denunce in tutta la provincia

 Ha rubato otto metri di cave di rame dalla linea ferrata a Marsala. E' stato arrestato dai carabinieri.

E' solo uno degli arresti eseguiti dai militari dell'arma durante le feste natalizie in provincia di Trapani. Per il furto di cavi di rame è stato arrestato a Marsala Gaspare Parrinello, classe 74, con precedenti alle spalle, colto sul fatto dai carabinieri.
Diversi poi i controlli sul territorio con denunce per guida in stato di ebbrezza Ecco i dettagli nella nota dei Carabinieri.

I Carabinieri del Comando Provinciale di Trapani, nei giorni a ridosso delle festività natalizie, stanno impiegando numerosi militari per vigilare le aree urbane e cittadine di tutta la provincia. A tale scopo, pattuglie automontate, appiedate nelle vie dei centri storici, ed in abiti civili, stanno vigilando accuratamente, contribuendo ad aumentare la percezione del senso di sicurezza dei cittadini.
Nel corso di questi servizi, i militari dell’Arma hanno tratto in arresto un uomo per furto aggravato e deferito in stato di libertà 4 persone per vari reati.
Nello specifico, i Carabinieri della Sezione Radiomobile della Compagnia di Marsala, nel corso di un servizio di controllo del territorio, hanno tratto in arresto, con l’accusa di furto aggravato, PARRINELLO Gaspare, marsalese, cl. 74, già gravato da precedenti di polizia. L’arresto è scattato in quanto l’uomo è stato sorpreso ad asportare otto metri di cavi in rame dalla linea ferrata nella contrada Casabianca. Nel corso dei successivi accertamenti, il Parrinello è stato trovato in possesso anche di diversi arnesi atti allo scasso. L’arrestato, termine formalità di rito, su diposizione dell’Autorità Giudiziaria, è stato ristretto presso la propria abitazione in regime di arresti domiciliari in attesa del rito direttissimo.
Sempre i militari del su citato reparto dell’Arma, nel corso di un posto di blocco per il controllo alla circolazione stradale, hanno deferito in stato di libertà L.G., marsalese, cl.95, sorpreso alla guida della propria autovettura con un tasso alcolemico ben oltre il limite consentito dalla legge, e M.G., trapanese, cl.95, passeggero sulla medesima autovettura, il quale nel corso della redazione degli atti di rito nei confronti di L.G., proferiva ai militari operanti frasi dal contenuto oltraggioso, opponendo resistenza nel tentativo di sottrarsi all’identificazione.

Ad Alcamo, i militari della Sezione Radiomobile hanno deferito in stato di libertà P.G., palermitano, cl.98, per i reati di resistenza a Pubblico Ufficiale e Guida in stato di ebbrezza. Al giovane, che si trovava alla guida della propria autovettura in Castellammare del Golfo, era stato imposto l’Alt per essere sottoposto ad un ordinario controllo alla circolazione stradale, tuttavia, per sottrarsi all’accertamento, decideva di non arrestare il veicolo allontanandosi velocemente. I Carabinieri, poco dopo, intercettavano l’uomo e lo sottoponevano agli accertamenti previsti mediante l’apparato etilometrico in dotazione, che consentivano di appurare che lo stesso si era posto alla guida in stato di alterazione psicofisica per l’assunzione di alcolici. I militari, per tanto, hanno proceduto anche al consequenziale sequestro della vettura e al ritiro della patente di guida del trasgressore.
In Castelvetrano, i Carabinieri della Sezione Radiomobile hanno deferito in stato di libertà M.M., un cittadino tunisino, cl.70, con precedenti di polizia. L’uomo, al momento del controllo, eseguito poiché in evidente stato di alterazione psicofisica dovuta verosimilmente all’abuso di sostanze alcoliche, era sprovvisto di permesso di soggiorno e di altri documenti di riconoscimento ed, inoltre, aveva fornito ai militari operanti generalità false.
L’azione di controllo straordinario del territorio, ad opera dei reparti del Comando Provinciale di Trapani, continuerà per tutto il periodo delle festività natalizie, nei luoghi di maggiore aggregazione come nelle periferie, per un celere intervento in caso di necessità dei cittadini.