11/01/2020 06:00:00

I rimborsi dei 5 Stelle. Ecco perchè Sergio Tancredi non rendiconta da un anno

 Ha suscitato molto clamore la notizia sulla morosità di Sergio Tancredi, il deputato regionale del Movimento 5 Stelle Siciliano.

Il politico mazarese dal dicembre 2018, come abbiamo raccontato su Tp24, non rendiconta le spese agli organi dei 5 Stelle e di conseguenza non restituisce la parte eccedente, come stabilisce il regolamento del Movimento.


Un ritardo documentato sulla piattaforma tirendiconto.it,
che raccoglie tutti i dati di consiglieri regionali, deputati, senatori pentastellati. Tancredi, al suo secondo mandato, è il deputato regionale più indietro con i rendiconti in Sicilia. La notizia ha attirato anche l’attenzione di Vittorio Sgarbui, che ha scritto questo post a riguardo.

 

 

Ma c’è una spiegazione al ritardo di Tancredi. E lo scrive lui stesso in un post su Facebook.
Ecco cosa scrive rispondendo al nostro articolo.

"Purtroppo a fine 2018 vengo inaspettatamente condannato per una diffamazione ai danni di quella brava persona ed ex Collega della passata legislatura Antonio Venturino per avere ipoteticamente rilanciato un Tweet di Ignazio Corrao.
Non è stato sufficiente per il Giudice che Twitter stesso avesse risposto alla procura che non esisteva alcun retweet fatto dal sottoscritto.
Quindi vengo condannato sulla base di nulla....e la sentenza viene, incredibilmente, resa immediatamente esecutiva. Ovviamente il buon Venturino non ha perso tempo per chiedere le somme, pignorandomi i conti e lo stipendio. E per un contorto meccanismo a fronte di una condanna a pagare circa 17 mila euro vengono bloccate somme per circa 44 mila sui due conti che utilizzavo. Cosa che ha ovviamente determinato la impossibilità ad adempiere a ciò che ho sempre fatto: rendicontare puntualmente".

 

 

Bene, Tp24 non fa la consulenza fiscale e contabile per Tancredi, e ciò che succede sui suoi conti è noto a lui.
La vicenda della condanna per diffamazione ai danni di Venturino era stata raccontata ed era abbastanza particolare. La potete leggere qui.

La storia risale al 2014, quando dal profilo di Tancredi venne ritwittata una frase che era stata a sua volta twittata dall'onorevole Ignazio Corrao, eurodeputato del M5S, dal contenuto offensivo: "Peggio di Rosario Crocetta e Cracolici c'è l'abusivo Venturino... enorme sacco di munnizza in sala d'Ercol... openars... Vendutino".

Una doppia fregatura, insomma, per Tancredi. Perchè il suo collega di partito la fece franca, e perchè, sempre Corrao non è obbligato a rendicontare le spese da deputato europeo.